328-strada-nuova-pavia

Ricorso respinto, il tpl di Pavia e provincia rimane nelle mani di Autoguidovie. Si è chiuso con la sentenza uscita dagli uffici del Tar lombardo il 6 dicembre il contenzioso tra Tplo (consorzio comprendente Stav, Pmi, Line, Stac) e Autoguidovie. Il primo era risultato in prima battuta vincitore della gara provinciale da 125 milioni di euro in 7 anni, bandita nel dicembre 2014, salvo venire successivamente escluso in favore di Autoguidovie. Il motivo (ribadito dalla sentenza dei giudici amministrativi)? Tplo «non ha proceduto alla dichiarazione, in sede di offerta – si legge nella sentenza -, inerente la ripartizione delle quote di servizio attribuite a ciascuna delle imprese consorziate, dichiarazione che avrebbe dovuto essere effettuata da parte dei soggetti partecipanti laddove raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari». In poche parole, non ha indicato quali parti del servizio sarebbero state svolte dai singoli consorziati. In ballo c’è l’erogazione del servizio interurbano in provincia di Pavia e urbano nei comuni di Pavia, Voghera, Sannazzaro De’Burgundi e Stradella. Il ricorso di Tplo è stato sostenuto da Anav, un appoggio bollato come inammissibile dai giudici amministrativi poiché «l’interesse all’aggiudicazione dell’appalto oggetto di gara è interesse individuale del singolo associato, e non del gruppo sociale di riferimento della associazione». A fine novembre, per alcuni funzionari della Provincia incaricati del bando, erano scattati degli avvisi di garanzia.

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati