Un altro successo per il Leone. Il costruttore di Monaco, infatti, si è aggiudicato un altro premio, dopo essersi portato a casa il “Bus of the Year 2023” con il MAN Lion’s City 12 E. Già, perché il MAN Lion’s City 10 E è stato eletto “Autobus dell’anno in Spagna” ai National Transport Awards 2023 di Madrid. Presentato lo scorso autunno, in produzione di serie dall’inizio dell’anno (lo stabilimento polacco di Starachowice), il midibus è già vincitore del suo primo riconoscimento.

L’e-bus da 10 metri ha convinto la giuria di operatori ed esperti per la capacità della batteria fino a 400 kilowattora, un’autonomia fino a 300 chilometri e uno dei raggi di sterzata più ristretti sul mercato, di appena 17,2 metri.

Stéphane de Creisquer, Amministratore Delegato di MAN Truck & Bus Iberia, ha così commentato la vittoria: «Siamo orgogliosi di aver ricevuto questo prestigioso riconoscimento. Ci sprona a continuare a supportare i nostri clienti con soluzioni e veicoli innovativi. Il premio è un’ulteriore prova della fiducia verso nostri prodotti, perché il Lion’s City 10 E è stato lanciato sul mercato solo di recente, ma contiene tutta l’esperienza acquisita con la serie di autobus elettrici Lion’s City E».

Le dimensioni compatte del MAN Lion’s City E, un plus

Una delle caratteristiche convincenti del MAN Lion’s City 10 E, sono le sue dimensioni compatte. La versione midibus, infatti, con una lunghezza di 10,5 metri, può sfruttare i suoi punti di forza soprattutto nel crescente utilizzo di servizi “on-demand”, nonché come navetta maneggevole per il centro città. Ha una capacità di trasporto passeggeri simile a quella di molti autobus da 12 metri, ma richiede uno spazio di circolazione significativamente inferiore nei centri urbani stretti e nei depositi ed è anche molto più maneggevole.

Per costruire il Lion’s City 10 E, i progettisti si sono basati sulla piattaforma del fratello maggiore, il Lion’s City 12 E. Larghezza, altezza e sbalzi sono rimasti invariati, così come il concetto di torre posteriore senza motore, che offre quattro posti a sedere in più (massimo 33 posti e 80 passeggeri in totale) rispetto ai pochi concorrenti del segmento. L'”accorciamento” della carrozzeria è avvenuto esclusivamente tra gli assi, dove è stato eliminato un modulo finestrino, con una lunghezza complessiva di 10,5 metri e un risparmio di circa 350 chilogrammi di peso. Nonostante questo significativa modifica, c’è ancora spazio per una sedia a rotelle o una carrozzina nella piattaforma in piedi. È inoltre possibile installare una terza porta, con la quale sono ancora disponibili 29 posti a sedere e il flusso dei passeggeri è ancora una volta notevolmente migliorato.

MAN Lion’s City E 10, spicca l’autonomia

Grazie a queste misure compatte, il passo si è ridotto significativamente da circa sei metri a 4,40 metri e il raggio di sterzata è sceso a 17,2 metri, un valore da record che rende la vettura estremamente maneggevole. Come i suoi fratelli maggiori a emissioni zero, il Lion’s City 10 E è dotato di ammortizzatori adattivi PCV per ottenere le migliori caratteristiche di guida. Il midibus si inserisce quindi perfettamente nella gamma di autobus elettrici, Pur essendo il più piccolo autobus urbano della nuova generazione MAN Lion’s City, offre tutta la tecnologia avanzata dei suoi colleghi più lunghi. Questo vale anche per i moderni sistemi di sicurezza come l’ESP, l’assistente attivo in curva, i fari a LED con luce diurna o il sistema di sostituzione dello specchietto MAN OptiView basato su telecamera.

Inoltre, come tutti gli e-bus MAN, anche il Lion’s City 10 E utilizza le collaudate batterie agli ioni di litio (NMC) del Gruppo con una densità energetica e una durata particolarmente elevate. Sul tetto sono installati quattro o addirittura cinque pacchi. In caso di equipaggiamento completo, i dati relativi alle prestazioni sono 400 kilowattora e fino a 300 km di autonomia o 320 kilowattora e 235 km di autonomia. L’e-bus da 10 metri viene ricaricato nel deposito tramite la spina CCS e con una potenza massima di 150 kW. Una carica completa con quattro pacchi batteria richiede quindi meno di due ore e mezza, mentre con cinque pacchi l’autobus ha bisogno di circa tre ore. Ideale per un uso rapido come booster o per brevi percorsi in città.

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

FNM completa l’acquisizione dell’80% di Virdis Energia

Ferrovie Nord Milano ha sottoscritto il contratto per l’acquisizione dell’80% di Viridis Energia, produttore indipendente di energia elettrica, da Lagi Energia 2006 Srl e Hnf spa, in esecuzione dell’offerta vincolante firmata lo scorso 16 gennaio. Il corrispettivo per l’acquisizione della partecipaz...

Asf Autolinee presenta i primi due elettrici targati BYD

La svolta elettrica di Asf Autolinee. Nella mattinata di oggi (martedì 20 febbraio, ndr) al Tempio Voltiano di Como – e non poteva esserci location più azzeccata, visto che è stato il genio di Alessandro Volta a inventare la pila – sono stati presenti i primi due autobus elettrici della ...

Cinque Iveco Bus E-Way per ASM Taormina

Una nuova consegna, tutta elettrica, per Iveco Bus, che ha fornito cinque E-Way ad ASM Taormina. Con una lunghezza di 9,5 metri, gli E-Way sono in grado di trasportare fino a 65 passeggeri, con 17 posti a sedere e 48 in piedi. Gli autobus presentano un’autonomia giornaliera di 420 chilometri e...