Oltre 500 autobus elettrici Heuliez Bus, gruppo Cnh, nei prossimi tre anni saranno equipaggiati con le batterie smart realizzate da Forsee Power. L’accordo tra le due aziende è stato annunciato al Busworld di Courtrai e pone le basi per un lavoro a due durante anni che promettono di far registrare un significativo sviluppo del mercato degli elettrici.

Heuliez Bus e Forsee insieme dal 2015

Le due aziende lavorano insieme dal 2015 sullo sviluppo di un sistema di trasporto full electric da proporre tanto al mercato europeo quanto a quelli internazionali. La gamma elettrica di Heuliez Bus (composta da veicoli tra i 12 e i 18 metri, con sistema di ricarica plug-in e rapida tramite pantografo) vede il Gx 337 Electric (anche finalista al Sustainable Bus Award 2018) pronto ad entrare in servizio in quel di Tromdheim, in Norvegia. La discesa in strada è programmata per la seconda metà del 2019. Prima, nella prima metà del 2018, il veicolo inizierà ad essere impiegato a La Rochelle in Francia.

Forsee Power e le batterie Pulse, Zen e Flex

Al cuore dello sviluppo degli autobus elettrici Gx Elec vi è la batteria Forsee Power, azienda leader nel settore con all’attivo numerose collaborazioni nel mondo della mobilità elettrica, declinate nella fornitura di batterie per autobus, scooter, treni, barche tra Europa, Nord America e Asia. In particolare, i modelli Pulse, Zen e Flex sono progettati in modo da adattarsi a qualsiasi tipo di richiesta e sistema di ricarica. «Siamo molto contenti di vedere che la transizione verso forme di alimentazione alternative, nel campo del trasporto pubblico, sta accelerando. Il nostro team ha lavorato per sei anni sullo sviluppo di soluzioni hi-tech che hanno dimostrato il loro valore. Offriamo anche la gestione del riciclaggio delle batterie. Questo contratto con Heuliez Bus è un segnale molto positivo di forza del mercato della mobilità elettrica», ha affermato il presidente e ceo di Forsee Power Christophe Gurtner. Heuliez Bus stima che il mercato europeo degli autobus elettrici, Russia esclusa, possa assestarsi tra i 2.500 e i 3.500 esemplari venduti all’anno nel periodo da ora al 2020. Con l’aspettativa che questa cifra raddoppi nei cinque anni successivi.

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati