Oltre 500 autobus elettrici Heuliez Bus, gruppo Cnh, nei prossimi tre anni saranno equipaggiati con le batterie smart realizzate da Forsee Power. L’accordo tra le due aziende è stato annunciato al Busworld di Courtrai e pone le basi per un lavoro a due durante anni che promettono di far registrare un significativo sviluppo del mercato degli elettrici.

Heuliez Bus e Forsee insieme dal 2015

Le due aziende lavorano insieme dal 2015 sullo sviluppo di un sistema di trasporto full electric da proporre tanto al mercato europeo quanto a quelli internazionali. La gamma elettrica di Heuliez Bus (composta da veicoli tra i 12 e i 18 metri, con sistema di ricarica plug-in e rapida tramite pantografo) vede il Gx 337 Electric (anche finalista al Sustainable Bus Award 2018) pronto ad entrare in servizio in quel di Tromdheim, in Norvegia. La discesa in strada è programmata per la seconda metà del 2019. Prima, nella prima metà del 2018, il veicolo inizierà ad essere impiegato a La Rochelle in Francia.

Forsee Power e le batterie Pulse, Zen e Flex

Al cuore dello sviluppo degli autobus elettrici Gx Elec vi è la batteria Forsee Power, azienda leader nel settore con all’attivo numerose collaborazioni nel mondo della mobilità elettrica, declinate nella fornitura di batterie per autobus, scooter, treni, barche tra Europa, Nord America e Asia. In particolare, i modelli Pulse, Zen e Flex sono progettati in modo da adattarsi a qualsiasi tipo di richiesta e sistema di ricarica. «Siamo molto contenti di vedere che la transizione verso forme di alimentazione alternative, nel campo del trasporto pubblico, sta accelerando. Il nostro team ha lavorato per sei anni sullo sviluppo di soluzioni hi-tech che hanno dimostrato il loro valore. Offriamo anche la gestione del riciclaggio delle batterie. Questo contratto con Heuliez Bus è un segnale molto positivo di forza del mercato della mobilità elettrica», ha affermato il presidente e ceo di Forsee Power Christophe Gurtner. Heuliez Bus stima che il mercato europeo degli autobus elettrici, Russia esclusa, possa assestarsi tra i 2.500 e i 3.500 esemplari venduti all’anno nel periodo da ora al 2020. Con l’aspettativa che questa cifra raddoppi nei cinque anni successivi.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

MAN costruisce una fabbrica di batterie a Norimberga

A partire dall’inizio del 2025, MAN Truck & Bus produrrà batterie ad alta tensione per autocarri e autobus elettrici in larga scala presso il proprio stabilimento di Norimberga. Per realizzare questo progetto l’azienda investirà circa 100 milioni di euro nei prossimi cinque anni nell...

Irizar consegnerà 30 bus elettrici a Valladolid

L’operatore di trasporto pubblico AUVASA, Autobuses Urbanos de Valladolid, ha firmato un accordo quadro con Irizar e-mobility che prevede la consegna di 30 autobus zero emissioni modello Irizar ie tram oltre alle loro infrastrutture di ricarica. La consegna di queste unità verrà suddivisa in d...