image

All’inizio fu FlixBus, poi Megabus, Ouibus e ora Hellö. Sono sempre di più gli operatori stranieri che varcano i confini nazionali in cerca di fortuna, dando filo da torcere alle realtà italiane già attive da tempo con collegamenti nazionali ed internazionali. Da poche settimane, quasi in sordina, è sbarcato in Italia anche l’operatore austriaco Hellö, che fa capo al gruppo ferroviario ÖBB, collegando alcune città italiane come Milano, Genova e Venezia, ma anche Trieste, Bolzano e Udine, con i capoluoghi d’Oltralpe. In Austria l’operatore ha inizialmente attivato 10 collegamenti, nazionali ed internazionali, con 28 autobus turistici, ma assicurano si tratti solo dell’inizio. Come FlixBus, gli autobus messi a disposizione sono mezzi nuovi di zecca, dotati di ampio bagagliaio, connessione wi-fi gratuita, prese elettriche, sedili comodi, toilette e uno spazio ristoro. Per battere la concorrenza, però, Hellö ha anche aggiunto la possibilità di scegliere il posto a sedere in fase di prenotazione, in modo da dare un comfort in più a chi viaggia in compagnia o preferisce un posto vicino al finestrino piuttosto che vicino al corridoio. Oltre a biglietti scontati per la fase di lancio, a 15 euro l’uno.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati