Genova sperimenta un nuovo sistema per monitorare in tempo reale la congestione degli autobus sulla rete cittadina e intervenire con correzioni in caso di problemi dovuti al traffico o a un sovraccarico extra di passeggeri per rimuovere le cause. La sperimentazione del sistema gestito da Amt con Hitachi Rail, attraverso una piattaforma web, e’ partita sulla Linea 3 che dalla stazione Principe va fino a Sestri Ponente. Si tratta di un sistema all’avanguardia che attraverso un’applicazione, collegata ad un portale web, puo’ fornire indicazioni sulla congestione della rete e l’occupazione di ciascun veicolo in tempo reale, oltre che integrare informazioni di diverse fonti spiega Amt. Il portale web consente all’operatore di monitorare costantemente l’affollamento e la posizione dei veicoli intervenendo quindi sull’organizzazione e disponibilita’ dei veicoli stessi. Alcune di queste informazioni possono poi essere rese disponibili ai passeggeri.

Genova con Hitachi

La rappresentazione dei dati, la loro analisi e interpretazione ed eventualmente l’integrazione con dati di origine esterna rappresentano le potenzialita’ offerte dalla piattaforma Hitachi Rail che completano il sistema tecnologico utilizzato da Amt. Da maggio la tecnologia Hitachi Rail e’ applicata su 11 autobus della linea 3, su una tratta che conta 49 fermate. Il sistema si appoggia sull’infrastruttura esistente Si.Mon., sviluppata da Leonardo. Nei prossimi mesi seguira’ una fase di estensione e sperimentazione che potra’ coinvolgere anche i passeggeri. La sperimentazione sara’ attiva fino a marzo 2022. “Ringrazio Hitachi Rail per l’opportunita’ che ci offre nel testare questa soluzione di respiro internazionale a Genova – dichiara Marco Beltrami, presidente Amt -. Innovazione e tecnologia sono due aspetti che sempre piu’ caratterizzano e caratterizzeranno il trasporto pubblico genovese”

In primo piano

D’Auria Furore. Il minibus turistico per la ripartenza

Il nuovo corso del Gruppo D’Auria prende il via nella nuova sede, già pronta a febbraio 2020, poco prima che si abbattesse l’uragano pandemico. E prende forma con una nuova freccia al proprio arco, il modello Furore in grado di alloggiare 31 persone su telaio Daily, e sull’onda di una chiara divisio...

Articoli correlati