Diffondere tra i più giovani la cultura della mobilità sostenibile, incentivandoli a preferire i mezzi del trasporto pubblico a quelli privati per decongestionare il traffico cittadino e migliorare la qualità dell’aria, aumentando così l’efficienza e l’efficacia della mobilità urbana.Sono i principali obiettivi della convenzione sottoscritta da Comune di Genova, Amt e Università di Genova, presentata questa mattina durante la conferenza stampa alla quale hanno partecipato l’assessore alla mobilità integrata e ai trasporti Matteo Campora, il presidente di Amt Marco Beltrami e il rettore dell’Università di Genova Federico Delfino.Il progetto prevede numerose iniziative finalizzate a favorire l’utilizzo del trasporto pubblico fra i giovani e gli universitari in particolare.A settembre, in concomitanza con l’inizio del nuovo anno accademico 2021/2022, le matricole dell’Università di Genova potranno fruire gratuitamente, tramite CityPass, dell’intero sistema di trasporto pubblico urbano genovese.

Agevolazioni tpl per giovani per Unige

La seconda grande novità di quest’anno è rappresentata dall’abbassamento del prezzo dell’abbonamento annuale da 395 a 255 euro per tutti i giovani, e non solo gli studenti, compresi tra i 19 e i 25 anni. Un beneficio immediato per circa 3mila ragazzi e ragazze che, attualmente, pagavano la tariffa piena.Infine, per abituare all’uso del servizio pubblico fin da piccoli, è prevista la gratuità per tutti i minori di 10 anni, eliminando l’anacronistico vincolo dell’1,15 metri di altezza.Più in generale, Università di Genova e AMT collaboreranno per definire specifiche campagne di comunicazione fra gli studenti a favore del trasporto pubblico.”Le agevolazioni tariffarie per l’utilizzo del trasporto pubblico locale da parte di giovani e studenti universitari – dichiara l’assessore alla mobilità integrata e ai trasporti Matteo Campora – sono una misura con cui l’Amministrazione, insieme ad AMT e Università di Genova, vuole lanciare un segnale importante nel quadro della strategia, portata avanti a livello locale, nazionale e internazionale, per la realizzazione di una vera transizione ecologica. Siamo convinti che la possibilità di accedere gratuitamente, o con una spesa inferiore, ai mezzi pubblici della nostra città, indurrà moltissimi ragazzi e ragazze a servirsene regolarmente, dando quindi un contributo molto importante nell’indirizzare la mobilità urbana della nostra città verso l’obiettivo di una maggiore sostenibilità ambientale”.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati