Cialone e Geaf sono state riammesse dal Tar alla gara per il tpl, dopo l’esclusione da parte del comune di Frosinone. Ne dà notizia oggi il quotidiano Il Messaggero. I giudici hanno accolto il ricorso firmato Geaf, attuale gestore del servizio.

Frosinone, gara del tpl. Il verdetto del Tar

I giudici amministrativi hanno sancito l’illegittimità della decisione presa dal municipio quando ha deciso di estromettere le due società dal bando pubblicato nel febbraio 2018. Valore? 10 milioni in cinque anni. Il comune di Frosinone aveva motivato tale intervento con ragioni di incompatibilità rispetto alle condizioni poste dal bando. Cialone Tour e Geaf erano le uniche società ad aver presentato offerta per il bando. A questo punto l’iter riparte. Il comune, secondo quanto riportato su Il Messaggero, non produrrà un nuovo bando: si procederà quindi con l’apertura delle buste, ancora chiuse e conservate in municipio.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

Tpl, Amts Catania potenzia geolocalizzazione e monitoraggio dei bus

Amts Catania sta potenziando l’intero sistema di geolocalizzazione e monitoraggio dei propri autobus. Gli obiettivi, sono quelli di migliorare l’affidabilità e la tempestività delle informazioni fornite agli utenti sugli orari di passaggio alle fermate, visualizzate sia sulle paline elet...
Tpl