daimler-setra-circolo-polare-artico
Sia i bus di Setra sia quelli di Mercedes-Benz sono stati testati nei mesi scorsi in condizioni estreme alle fredde temperature artiche e su terreni scivolosi con neve e ghiaccio nel Circolo polare artico. Come ogni anno, gli ingegneri di Daimler, per conto della divisione autobus di Mercedes-Benz e per quella di Setra, si sono recati nelle zone più a nord della Lapponia e del Circolo polare artico – ad Arvidsjaur e ad Arjeplog in Svezia e a Rovaniemi in Finlandia – per testare la sicurezza e l’affidabilità dei mezzi in ogni condizione atmosferica. Terreni scivolosi, nevicate intense e laghi ghiacciati rappresentano lo scenario tipico di queste località nordiche fortemente adatte per mettere alla prova i bus con temperature dai -25 ai -40 gradi. Le fasi di test durano in media sei settimane, dalla fine di gennaio all’inizio di marzo, a cui si aggiunge il periodo di preparazione e il viaggio stesso di andata e di ritorno di circa 3000 km su strade e autostrade invernali fortemente trafficate.

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”]

Tutti i mezzi messi alla prova hanno superato brillantemente i test, sia quelli di Setra, articolati e non, sia quelli di Mercedes. In particolare gli autobus si sono dimostrati all’altezza delle difficili condizioni di guida, garantendo sicurezza e comfort ai passeggeri a bordo, sia a quelli seduti che a quelli in piedi. Al fine di garantire standard di sicurezza elevati, l’azienda tedesca non solo testa i mezzi nelle stagioni invernali su neve e ghiaccio ma anche in quelle estive, con prove in Sierra Nevada con temperature oltre i 40 gradi. Un processo di prova su strada costante, alla ricerca di condizioni sempre più estreme.

 [/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autolinee Toscane, un nuovo bus ogni 2 giorni

Un bus ogni due giorni da ora a fine 2024, e poi il grande balzo che vedrà due bus nuovi ogni giorno (festivi e domeniche compresi) sulle strade della Toscana per garantire un servizio di trasporto pubblico locale sempre più efficace, efficiente e sostenibile sia dal punto di vista ambientale che so...

Un po’ funivia, un po’ bus: viaggio alla scoperta di ConnX

Ha superato con successo l’articolata fase di test e tra un anno sarà definitivamente pronto per fare il suo ingresso nel mercato. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Vancouver sul palcoscenico più importante del settore, il congresso mondiale dei trasporti a fune: ConnX, la rivoluzione ecol...