Byd, lo stabilimento ungherese al servizio del mercato europeo

Byd punta sul mercato europeo e per essere più competitiva ha avviato, da alcuni anni, la produzione in Ungheria e, dal 2018, anche in Francia. Autobusweb ha visitato lo stabilimento Byd di Komárom (Ungheria) che grazie a un investimento di 20 milioni di euro ha aperto i battenti il 4 aprile 2017. Un investimento importante che ha prodotto «la prima fabbrica di autobus elettrici Byd in Europa». Nello stabilimento ungherese, che copre una superficie di 60mila metri quadri, lavorano 300 persone per una produzione annua, potenziale, di 400 bus (su due turni lavoro). Inizialmente la fabbrica ungherese avrebbe dovuto realizzare solo autobus elettrici ma il nuovo piano industriale prevede anche la realizzazione di muletti, camion e veicoli commerciali . A Komárom si realizzano, per ora, i bus per il mercato europeo, gli chassis per il mercato inglese e gli autobus aeroportuali.

byd ungheria

Byd, ecco la linea produttiva

La fabbrica ungherese è tra le più moderne del quadrante europeo e presenta una linea produttiva ben organizzata. Dalla Cina arrivano, in container, gli chassis in acciaio inox che qui vengono assemblati insieme a parti in alluminio e plastiche (il tema del peso è di fondamentale importanza). Tutti i modelli costruiti in Ungheria vengono testati prima in un locale dedicato (test alla pioggia, frenata e check delle parti di trazione) e dopo attraverso un intenso test su strada di circa 600 chilometri. Il processo di produzione di un bus impiega circa 15 giorni lavorativi.

byd ungheria

Byd ha dichiarato che le batterie dei propri autobus presentano una vita utile di dieci anni, ma solo 5 sono garantiti dallo stesso costruttore. L’unica tipologia di batterie a listino di Byd sono le Lfp (itio-ferro-fosfato) e per il mercato europeo è già pronto un programma per il riutilizzo delle batterie esauste (ma non è ancora stato avviato).

Byd in numeri

Byd è un gruppo con un giro d’affari di 17,5 miliardi di dollari e impegna 220.000 persone impegnate nei settori dell’elettronica, automotive, energia e sistemi rail. Byd produrrà nel 2020 circa 65 GWh di batterie. Sino ad ora ha sfornato 50mila autobus elettrici ed è la prima azienda al mondo per produzione di auto elettriche. Nel primo quarto del 2019 Byd ha consegnato 73mila veicoli e, sempre nell’anno in corso, ha presentato il primo autobus al mondo da 27 metri bi-articolato. In Europa l’azienda cinese è presente in 12 Paesi, ha venduto sino ad ora circa 700 bus sparsi in 44 diverse città. La produzione di autobus, solo elettrici, si concentra nella fascia tra gli 8,7 e i 18 metri. Segmento che comprende anche modelli double decker, coach e mezzi speciali.

2019-05-24T16:23:08+00:0015 Maggio 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS|Tag: |