Il Bus2Bus, la due giorni di Berlino dedicata al settore bus&coach, ha aperto questa mattina i battenti. Chiaro il timbro locale per un evento che comunque sembra avere il fiato per guardare oltre. A parte qualche rara eccezione le aziende sono qui rappresentate dal dealer locale o dalla filiale. Nessuna novità di prodotto ma tanto l’interesse e grande partecipazione di pubblico. Tra gli espositori anche Busitalia che proprio domani mattina presenterà alla stampa la propria proposta per la linea interregionale e internazionale su gomma battezza Busitalia Fast Simet.

Bus2Bus, la cronaca

Ad animare la prima giornata ha pensato l’Associazione federale tedesca delle imprese di servizi autobus bdo che ha organizza questa mattina il tradizionale congresso, cui hanno parteciperanno, come di consueto, personalità di spicco delle mondo istituzionale e dell’impresa tedesca. Con cadenza d’ora in poi biennale, la convention vedrà le aziende partecipanti definire gli obiettivi economici e politici del momento attuale, rivolgendosi al mondo politico con strategie e indicazioni riguardanti la promozione dei servizi di autobus pubblico, turistico e a lunga percorrenza.

Bus2bus guarda al futuro

Davvero molto partecipata la sezione start-up del Future Forum che funge da anello di congiunzione tra modelli business classici e nuove soluzioni provenienti dal mondo digitale. Per tutto ciò che riguarda i servizi di trasporto on demand, le app multimodali e le analisi di mobilità, l’azienda tecnologica door2door è indubbiamente un interlocutore di rilievo. Gestigon, dal canto suo sviluppa software destinati a un’interfaccia utente naturale basata sul riconoscimento del passeggero, con particolare attenzione ai sistemi embedded quali lo smartphone, il tablet e altri dispositivi mobili. Grazie a MotionTag, start-up che sviluppa una piattaforma di semplice utilizzo per biglietti pay-as-you-go, viaggiare dal punto A al punto B non è mai stato così facile. Keyou è sinonimo di innovative tecnologie dell’idrogeno, componenti speciali e processi di combustione grazie ai quali i motori a benzina o diesel possono essere trasformati in motori a zero emissioni.

Sostenitore ufficiale della BUS2BUS è l’organizzazione International Road Transport Union (IRU). Oltre a presenziare con uno stand, nel quadro del Future Forum IRU organizza due workshop per discutere sul futuro degli autobus turismo e a lunga percorrenza. Oleg Kamberski, responsabile IRU del dipartimento Trasporto passeggeri, dichiara: «IRU è lieta di sostenere BUS2BUS e di essere parte attiva del Future Forum ospitato dalla fieraLa manifestazione offre a molti attori del settore autobus una straordinaria occasione di incontro e di confronto sul futuro del ramo. Le discussioni ci forniranno senza dubbio input preziosi per l’elaborazione della ‘Vision 2030’ riguardante il futuro degli autobus».

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Articoli correlati

IBE & Intermobility Future Ways, parola ai protagonisti!

L’undicesima edizione di IBE – Intermobility and Bus Expo ospiterà per la prima volta Intermobility future ways – il Forum della mobilità sostenibile condivisa, organizzato in collaborazione con la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e con il supporto tecnico dell’Osservat...

Conto alla rovescia verso InnoTrans 2024, a Berlino dal 24 al 27 settembre

Il 24 settembre 2024, la 14a edizione di InnoTrans aprirà nuovamente i battenti e riunirà i protagonisti della tecnologia dei trasporti e della mobilità di tutto il mondo. InnoTrans è la più grande fiera del settore nel suo genere, con 200.000 metri quadrati di spazio espositivo nel quartiere fieris...