iveco
TRAVEL 874x90

Con l’introduzione del Bus Rapid Transit elettricoTaranto diventerà ufficialmente la capofila italiana per questa variante innovativa e altamente sostenibile del tpl.

La realizzazione di questa importante infrastruttura rientra nel progetto “Taranto Smart City”, che punta alla trasformazione della città in chiave smart in tutti gli ambiti sociali, compresi ambiente, turismo e trasporti.

Il cosiddetto “Piano Urbano della Mobilità Sostenibile”, facente parte del progetto, prevede l’introduzione di due linee: 71 chilometri totali con l’impiego di 50 autobus a zero emissioni.

Bus Rapid Transit Taranto

BRT, la soluzione per la mobilità sostenibile

Bus Rapid Transit (BRT) sono mezzi flessibili, ecologici e con un costo di realizzazione contenuto. Introdotti per la prima volta in Inghilterra negli anni ’70, si sono diffusi velocemente in Nord America e nelle megalopoli asiatiche, fino ad approdare in Europa. Il loro impiego consente di fornire un servizio di TPL su lunghe distanze e, al tempo stesso, contenere le emissioni inquinanti. Questo grazie alla riduzione del traffico privato e all’introduzione di mezzi a trazione green (idrogeno oppure elettrici). Gli autobus a transito rapido infatti utilizzano corsie preferenziali e hanno una portata di passeggeri molto superiore a quella dei mezzi convenzionali.

Il progetto Bus Rapid Transit a Taranto

Per la realizzazione del progetto Bus Rapid Transit, il Comune di Taranto ha richiesto e ottenuto un finanziamento all’interno del Decreto Rilancio. La città ha poi firmato un protocollo d’intesa con Cassa Depositi e Prestiti (CDP), per la consulenza tecnico-finanziaria all’ampliamento del tpl su rete urbana.

L’accordo prevede il supporto tecnico alla progettazione e la consulenza amministrativa sui bandi di gara per affidamento dei servizi di ingegneria e di appalto lavori, oltre all’assistenza nella fase di gestione dei contratti. Nell’intesa, inoltre, è incluso il supporto continuativo durante tutto l’iter per fornire le risorse finanziarie, nel rispetto dei tempi previsti per i lavori.

Il progetto per la mobilità e il territorio

Con il progetto Bus Rapid Transit per la città di Taranto si consolida la cooperazione tra il Comune e CDP. L’Amministrazione locale si affida proprio al sostegno del Gruppo per affrontare le sfide future che attendono la città pugliese.

L’intervento a fianco del Comune di Taranto è infatti in linea con il ruolo di Cassa Depositi e Prestiti a sostegno degli Enti Locali. L’obiettivo non è soltanto l’ampliamento del tpl, ma più in generale promuovere lo sviluppo infrastrutturale del Paese. Con l’inaugurazione del progetto, Taranto potrà diventare un vero punto di riferimento per tutte le iniziative legate al tema dell’impatto ambientale, dell’ecosostenibilità e della valorizzazione dei territori.

TRAVEL 874x90

In primo piano

Articoli correlati

Tpl Firenze, in arrivo due linee Bus Rapid Transit

Per il tpl di Firenze saranno introdotte due linee di Bus Rapid Transit (Brt), gli autobus a transito rapido con corsia preferenziale dedicata e infrastrutturata. Le due linee andranno a completare la rete di trasporto pubblico su gomma, connettendo Firenze con le direttrici Greve – Rovezzano ...
Tpl