Attrarre più passeggeri, diminuire le emissioni e i costi di gestione. Questi gli obiettivi della tecnologia Primove proposta da Bombardier. Tecnologia diventata matura, non più oggetto di disquisizioni da convegno ma operante su strada. Non in Italia, certo. Ma nella ricca ed ‘ecologica’Germania, precisamente a Braunschweig: città di 220mila abitanti della Bassa Sassonia. Il progetto è partito nel giugno di 2012 mentre l’autobus, il Solaris Urbino con tecnologia di ricarica Bombardier,è diventato operativo il 27 marzo 2014. Il 12 metri polacco è impegnato su un percorso di 12 chilometri coperti in circa 39 minuti, tocca 25 fermate e ha una frequenza di 10 minuti nei giorni feriali e di 15 nei giorni festivi. Il Primove è la tecnologia per la ricarica ad induzione e consente di avere meno batterie a bordo, alias meno peso e più spazio per i passeggeri. Alcune città in Italia si sono dichiarate interessate. Su tutte: Palermo e Savona. A Braunschweig, invece, tra qualche mese arriverà il 18 metri. Sempre a firma Solaris.

In primo piano

Articoli correlati

“Era il sogno di mio padre: sono diventa autista per lui”

Una bella storia quella di Michela Moglia, 56 anni, che dopo aver perso il proprio posto di lavoro si è rimboccata le maniche e con una bella dose di coraggio si è rimessa in gioco, iscrivendosi all’Academy per autisti di SETA. La donna ha frequentato il corso fino alla fine, superando tutti i...

Gianpiero Strisciuglio, AD di RFI, è il nuovo Presidente di Agens

Cambio ai vertici di Agens: Gianpiero Strisciuglio, già AD e DG di RFI, società capofila del Polo Infrastrutture del Gruppo FS, è il nuovo Presidente dell’associazione del trasporto pubblico di Confindustria alla quale aderiscono, oltre al Gruppo Ferrovie dello Stato, le principali aziende del...
Tpl