Autoguidovie, azienda fra i più importanti player del settore trasporto pubblico locale in Italia, ha firmato un accordo preliminare per l’acquisizione del cento per cento delle quote della Cavourese SpA, realtà piemontese impegnata nei settori del Tpl, delle linee turistiche e del noleggio con conducente.

La Cavourese è impegnata nel settore del trasporto pubblico locale per l’extraurbano di Torino, specificatamente sulle direttrici di Pinerolo, Chieri, Giaveno – Val Sangone oltre ad alcuni servizi nell’area metropolitana di Torino e numerosi servizi di noleggio, per una produzione annua di oltre 6 milioni di chilometri, erogata con 185 mezzi e 195 dipendenti.

Autoguidovie e Cavourese insieme per il Tpl piemontese

Antonio Fenoglio, socio di maggioranza di Cavourese, si dice «molto soddisfatto di questo accordo con Autoguidovie che garantirà la continuità aziendale e la sicurezza per i dipendenti e per i clienti di Cavourese in un periodo molto difficile per il trasporto pubblico locale piemontese e nazionale».

Giovanni Tresoldi, nuovo amministratore delegato della Cavourese, ha dichiarato: «Quello che abbiamo firmato è un accordo preliminare importante che prevede già da oggi una governance con un Consiglio di Amministrazione composto da quattro membri con Antonio Fenoglio presidente». E ancora: «Il Piemonte è un territorio strategico dove siamo già presenti con STN che opera nel bacino novarese. Anche con Cavourese continueremo ad investire sulla transizione energetica per un trasporto più green, sulla formazione dei nostri collaboratori e nella digitalizzazione dei sistemi. Tutto per creare occupazione  e valore nei territori»

«Quello che abbiamo siglato è un accordo strategico in linea con il nostro piano industriale», ha dichiarato Camillo Ranza, presidente di Autoguidovie. Che, in conclusione, ha aggiunto: «La Cavourese, si è sempre contraddistinta per la qualità dei servizi erogati, per l’approccio industriale e per aver creato valore nei territori in cui opera. Elementi distintivi, da sempre, dell’azione di Autoguidovie».

In primo piano

Mercato Europa, sono 31.020 i bus&coach immatricolati nel 2023 (+21%)

31.020 contro 25.657, +5.363 unità. Il mercato dell’autobus europeo, nel corso del 2023, è cresciuto del 20,90% rispetto al 2022 (dati Chatrou CME Solutions). Segno che dopo la brusca frenata d’arresto del Covid – con tanto di conseguenze da onda lunga – l ’ecosistema è vivo. Ed è vivo, vegeto e pie...

Articoli correlati

Federtrasporto, al via i tavoli sulle criticità del comparto

«Le avversità che stanno colpendo il settore dei trasporti e della logistica devono essere lo stimolo per trovare al più presto delle soluzioni vincenti», così Paolo Colombo, presidente di Federtrasporto, lancia l’apertura dei tavoli della federazione nazionale dei sistemi e delle modalità di ...

Napoli, la gestione del tpl rimane in capo ad Anm

Il trasporto pubblico di Napoli rimane in gestione della municipalizzata Anm. Questo il risultato dell’incontro in prefettura al quale hanno preso parte Regione Campania, Comune di Napoli e sindacati. Quindi, niente più gara all’orizzonte per l’affidamento dei servizi tpl, come era...
Tpl

Daimler Buses, 11 Mercedes Benz Citaro K Compact Hybrid per Bari

Undici Stelle ibride per il trasporto pubblico locale di Bari. Dopo la consegna risalente al settembre 2020, Amtab (Azienda Mobilità e Trasporti Autofiloviari di Bari) ha scelto ancora una volta Daimler Buses, aggiungendo 11 Citaro K Compact Hybrid per proseguire nel piano di rinnovamento della flot...