Aptis, il primo autobus firmato Alstom (insieme alla controllata Ntl) prosegue il suo tour di test in giro per l’Europa. Dal 9 aprile al 3 maggio l’ebus sarà al centro di un roadshow nei Paesi Bassi. Le aziende che lo metteranno alla frusta sono QBuzz  (di proprietà del gruppo Fs) a Utrecht, Groninga e Assen e Rotterdamse Elektrische Tram (RET) a Rotterdam.

ebus alstom aptis

Un innovativo prototipo chiamato Alstom Aptis

Il primo test di una settimana sarà effettuato a partire dal 9 aprile a Utrecht, prima di passare a Rotterdam dal 16 al 20 aprile. Il roadshow continuerà, poi, dal 23 al 27 aprile a Groninga e dal 30 aprile al 3 maggio a Assen. Aptis, che per ora è solo un prototipo, rappresenta il primo tentativo nel mondo della gomma da parte di Alstom, gigante del mondo ferroviario (suo è il primo treno ad idrogeno). Aptis si ispira al design del tram, mettendo in mostra un interasse sterminato che non pregiudica la manovrabilità in virtù della presenza del secondo assale sterzante.

Ebus Alstom Aptis, test in corso

Il 19 ottobre 2017 ha vinto il Premio per l’innovazione al Busworld, l’expo internazionale del bus, tenutasi a Courtrai, in Belgio. I prototipi di ebus, prodotti nel sito Ntl di Duppigheim, Francia, al momento sono in fase di test in diverse città europee. I test nei depositi dei clienti, spiega Alstom in una nota stampa, e quelli condotti in circostanze operative reali sono pensati per valutare la performance delle specifiche caratteristiche di Aptis negli ambienti urbani, il sistema di ricarica, la sua autonomia e la performance di inserimento nel traffico, dopo i primi test positivi condotti nella Ile-de-France (Parigi e Versailles), a Lione, Strasburgo, Marsiglia, Belgio e, più recentemente, in Germania (Berlino e Amburgo).

Aptis e l’adattamento ai contesti urbani

«Ci fa piacere che Aptis e le sue caratteristiche all’avanguardia abbiano suscitato l’interesse nelle città olandesi. Questo roadshow è un’ottima opportunità per mostrare ancora una volta la capacità unica di Aptis di adattarsi agli ambienti urbani. Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza l’attenzione da parte di Qbuzz e RET per le soluzioni di mobilità urbana del futuro» ha dichiarato Marcel Miller, Direttore Generale Alstom Benelux.

Alstom Aptis, approccio panoramico

Aptis, si legge ancora nella nota stampa, offre un’esperienza di viaggio unica per il passeggero: il pianale ribassato del veicolo e le ampie porte doppie permettono un agevole flusso dei passeggeri e rendono l’ebus accessibile alle sedie a rotelle e ai passeggini. Ampi finestrini panoramici davanti, dietro e lungo tutto il bus rappresentano il 20% in più di superficie coperto da vetri rispetto a un autobus convenzionale. Un esempio del suo layout flessibile viene, inoltre, anche dalla presenza di una lounge sul retro. L’ebus si muove bene nell’ambiente urbano grazie ai suoi due semiassi che minimizzano il raggio di sterzata e la superficie richiesta nelle curve (-25% rispetto ad un bus convenzionale). Di notte Aptis può essere ricaricato nei depositi e di giorno ad ogni capolinea. Questo sistema di ricarica veloce è offerta o da un pantografo rovesciato o dal sistema SRS, la rivoluzionaria soluzione di ricarica a terra firmata Alstom.

In primo piano

Praticko, QuickBuy conquista (e soddisfa) anche Locatelli Autoservizi

Pratico come…Praticko. Si chiama così il software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato, ideato e sviluppato da Soluzione 1 srl. Nell’autunno del 2021, in piena seconda ondata pandemica, Praticko ha lanciato QuickBuy Stop, soluzione smart pe...

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati