La redazione di AUTOBUS è volata dall’altra parte del mondo, facendosi letteralmente in due, o meglio tre: se una fetta del team è rimasta a presidiare l’ufficio a Milano, un’altra ha fatto i bagagli per Jakarta, per il Busworld South East Asia, e un’altra ancora – quella che sta scrivendo – è in Cina, in quel di Zhengzhou, a casa di Yutong Bus & Coach, che ha organizzato un evento di quattro giorni dedicato alla stampa di settore europea, in cui AUTOBUS è l’unico media italiano presente.

Un’occasione per conoscere da vicino, vicinissimo, anzi da dentro la realtà del più grande costruttore del mondo per volumi, nonché leader in patria: l’azienda ci ha aperto le porte di casa e anche quelle del nuovo plant a Zhengzhou (finanziato in toto da Yutong stessa), dove abbiamo avuto modo di visitare una buona parte dello stabilimento: da una toccata e fuga nelle linee produttive ai reparti di ricerca e sviluppo, passando per l’area dedicata ai test e il circuito per i test drive.

Quattro sono le fabbriche di Yutong in terra cinese, tutte situate a Zhengzhou: nel nuovo e moderno stabilimento, dove scorrazzano liberi minibus a guida autonoma per agevolare gli spostamenti dei dipendenti, la capacità produttiva massima giornaliera è di 32 bus al giorno, vale a dire 11.680 unità l’anno, grazie a 3/4 mila lavoratori, che possono salire e 7/8mila quando la richiesta di lavoro si alza.

Considerando tutti e quattro gli stabilimenti, e tutte le tipologie di veicoli (compresi anche i truck, per esempio), Yutong è capace di sfornare fino a 150.000 pezzi l’anno: impressionante!

A fronte di una richiesta interna che sta andando verso la stagnazione, la produzione di bus&coach nel Paese del Dragone rimane alta, enorme e proprio per questa ragione le case, Yutong su tutte, hanno lanciato l’offensiva esportando in massa i loro prodotti.

Ad oggi, giusto per sciorinare qualcuno numero snocciolatoci da Yutong, sono 7.000 i bus&coach Yutong che scorrazzano per le strade del Vecchio Continente, 2.000 dei quali elettrici, mentre nel 2023 ha esportato 10.165 bus&coach in tutto il mondo.

Sul numero di AUTOBUS di giugno troverete un servizio completo sul nostro viaggio da Yutong: stay tuned

In primo piano

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Autista fuori servizio sorpreso a comprare eroina: arrestato

Un autista di bus per i servizi di linea a Padova è stato pizzicato dalla polizia mentre acquistava eroina da un pusher. Fermato dagli agenti, l’uomo – in passato già sospeso dal lavoro per tre mesi proprio per essere risultato dai test positivo agli stupefacenti – ha ammesso di es...