TRAVEL 874x90

Il gruppo Arriva, uno dei più grandi operatori nel settore della mobilità, cerca nuovi investimenti nel trasporto pubblico locale italiano. Nel mirino di Arriva Italia, società controllata dalla tedesca Deutsche Bahn, ci sarebbe anche il servizio di trasporto locale a Mestre. Il progetto di espansione della società satellite del colosso dei trasporti comincia dopo aver completato un processo di fusione per l’incorporazione delle aziende italiane a oggi completamente controllate: SAVDA (Aosta), SADEM (Torino), SAB (Bergamo), SIA (Brescia) e KM (Cremona). Le società partecipate invece -tra le quali Arriva Veneto che gestisce il trasporto extraurbano tra Venezia, Chioggia e Sottomarina con le linee 80, 85 e 87- non rientrano nella fusione operativa dal primo gennaio corso.

Arriva Italia

Arriva Italia, nel mirino c’è la città di Mestre

In atto nel mercato vi sono trasformazioni epocali, dalla transizione energetica alla crescente digitalizzazione dei processi: rivoluzioni che rendono possibile l’ingresso di nuovi operatori concorrenziali anche in Veneto. Dopo il passaggio a Busitalia (società del gruppo Ferrovie dello Stato) del trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano nella provincia di Padova, un altro player potrebbe inserirsi anche nell’area metropolitana di Venezia, segnatamente per le vetture su gomma nella terraferma. Arriva Italia prevede nuovi investimenti nei prossimi tre anni per ulteriori 50 milioni di euro circa (di cui 30 milioni per l’acquisto di nuovi autobus e 10 milioni per la bigliettazione elettronica). Ancora da valutare invece le possibili implicazioni per AVM e ACTV, finora monopoliste.

 

 

Articoli correlati

Tpl Romagna, campagna di comunicazione per la sicurezza a bordo

Le quattro aziende di tpl dell’Emilia-Romagna (Start Romagna, Seta, Tper e Tep) che coordinano il proprio servizio fin dal'inizio della pandemia, hanno deciso di realizzare anche in fase di ripartenza una campagna di comunicazione congiunta per sensibilizzare sul tema della sicurezza a bordo.
Tpl

Attivati i primi charger hi-tech di Atm a Milano

Sono entrati in servizio i primi charger hi-tech di Atm nella città di Milano. Le postazioni per la ricarica degli e-bus, evolute e ad alto contenuto tecnologico, sono state per ora attivate in due zone della città, viale Zara e piazza 4 Novembre (stazione Centrale).

Tiemme fa suoi 15 Citymood Cng

Industria Italiana Autobus si è aggiudicata la fornitura alla società Tiemme Toscana di un drappello di 15 autobus Citymood Cng nella declinazione da dieci metri. Citymood Cng, 15 mezzi verso la Toscana In passato una mini flotta da cinque unità, da 12 metri, era stata consegnata a Vicenza e venti e...
Tpl