Un nuovo passo avanti verso la digitalizzazione dei sistemi di pagamento: dal 29 marzo, anche sui mezzi di TEP Parma è possibile usufruire dei sistemi di bigliettazione elettronica forniti da Aep Ticketing Solutions. Sarà infatti possibile utilizzare carte contactless per pagare le corse, senza munirsi preventivamente di biglietto, rendendo così gli spostamenti in autobus sempre più pratici sia per i cittadini che per i turisti.

TEP Parma, la bigliettazione elettronica grazie a Aep Ticketing Solutions

Per TEP Parma la novità della bigliettazione elettronica, realizzata da Aep Ticketing, prenderà il via in forma sperimentale sulla linea urbana n. 5, la più utilizzata della città, con oltre 15mila passeggeri al giorno.  I nuovi validatori sono tuttavia già installati, benché ancora non attivi, anche su mezzi di altre linee. Al termine della fase sperimentale, infatti, il servizio sarà esteso all’intera rete urbana, che si sta dunque dotando della tecnologia necessaria.

Quando tutte le linee cittadine saranno attrezzate e la nuova forma di pagamento sarà entrata a regime, presumibilmente in autunno, il sistema addebiterà la tariffa a fine giornata, applicando il saldo più conveniente per l’utente. Ad esempio, per due validazioni giornaliere il software addebiterà 3 euro, l’equivalente di 2 biglietti di corsa semplice, mentre dalla terza validazione in poi sarà applicata la tariffa urbana giornaliera. In altre parole, in una giornata un passeggero non potrà spendere più di 4 euro per viaggiare sulla rete urbana, a prescindere dal numero di corse effettuate.

Le carte di credito accettate dal nuovo sistema sono quelle contactless dei circuiti Visa, Mastercard e Maestro. Tecnicamente pagare con carta di credito o bancomat non è considerato un acquisto a bordo ma una validazione, esattamente come se la carta bancaria fosse un biglietto multicorse. 

Oltre alla assoluta semplicità di utilizzo, il sistema offrirà quindi l’ulteriore vantaggio di pagare la corsa senza alcun sovrapprezzo. Il pagamento della corsa, inoltre, è un’operazione valida ai fini del cashback di Stato e sarà conteggiata dall’app IO se la carta è registrata sulla piattaforma.

Un’attenzione particolare è stata prestata al tema della sicurezza. I dati delle carte di credito sono utilizzati in forma criptata e TEP non memorizza alcun dato relativo alle carte bancarie utilizzate a bordo. Tutti i dispositivi sono certificati dai circuiti bancari.

Il commento sul progetto

«Un grande risultato raggiunto in tempi non facili – ha commentato Giovanni Becattini, AD di Aep Ticketing Solutions -. Ricordo che questo sistema di pagamento con carte EMV accetta anche le carte virtualizzate su smartphone e permette quindi di lasciare a casa le carte fisiche». 

La possibilità di bigliettazione elettronica rappresenta un grande salto per TEP Parma. Si tratta infatti di portare a bordo dei bus un sistema di pagamento che ad oggi, in Europa, era disponibile quasi esclusivamente nelle grandi città sulle linee di metropolitana. Completata l’attivazione sulla rete urbana, il progetto prevede un ulteriore upgrade che consentirà l’estensione all’intera provincia di Parma

In Italia sono già tante le città che usano i sistemi di bigliettazione elettronica di Aep, a partire da Firenze (Ataf), Bologna (Tper), Torino (Gtt), Lucca (Ctt Nord), per arrivare anche a Siena e San Gimignano, Arezzo, Grosseto (con Tiemme spa).  

In primo piano

Scania Citywide Lf Cng. Scoprilo in un video

Scania Citywide Lf Cng. Sostenibilità è il mantra del nostro presente e futuro. In un settore chiave come quello dei trasporti e del trasporto pubblico urbano, politica e industria stanno lavorando per una mobilità davvero sostenibile. Tra i player del settore che si stanno muovendo in questo solco ...

Articoli correlati

Torino candidata per il progetto MaaS4Italy

Torino si candida ad essere una delle prime 3 citta’ italiane a realizzare il progetto ministeriale MaaS4Italy, per il quale sono stati stanziati oltre 40 milioni nell’ambito del Pnrr per sviluppare sistemi destinati a integrare i dati della mobilita’ con quelli dei servizi e del t...

Free Now, il protagonista della nuova mobilità urbana

Free Now, piattaforma di multi-mobilità, è protagonista della ripartenza delle città italiane intercettando le nuove abitudini di mobilità urbana post-pandemia. Presente in 16 Paesi e in oltre 170 città, Free Now ha come punto centrale delle proprie strategie di sviluppo, l’introduzione di una serie...