Anav. “È immotivata nelle ragioni e molto grave negli effetti. Mi riferisco alla cancellazione della norma a favore del trasporto di passeggeri con autobus non soggetto a obblighi di servizio pubblico. Questa, è stata approvata all’art. 214 in fase di conversione in legge del DL Rilancio dalla Commissione Bilancio della Camera”.

Eccola dichiarazione rilasciata da Giuseppe Vinella Presidente di ANAV/Confindustria, l’Associazione di categoria delle aziende del settore.

Un’Associazione Nazionale costituita nel 1944 che rappresenta da 75 anni in Confindustria la categoria delle imprese a capitale privato che esercitano i servizi di trasporto passeggeri con autobus impegnate nel trasporto pubblico locale, nelle autolinee interregionali e nel noleggio autobus con conducente.

Anav

Anav, scelta immotivata

Il presidente Giuseppe Vinella, rilascia altre dichiarazioni che vi riportiamo. 

“La cancellazione dell’emendamento approvato all’art. 214 è in primo luogo del tutto immotivata. Non comportava alcuna spesa aggiuntiva a carico dello Stato ma si collocava nell’ambito degli stanziamenti già stabiliti nel DL Rilancio.

Ma la cancellazione della norma è soprattutto molto grave negli effetti. Penalizza ingiustamente e ulteriormente le 6.000 aziende italiane del settore del trasporto commerciale con autobus, già duramente provate dagli effetti del covid-19.

Determina una inaccettabile discriminazione concorrenziale con il trasporto ferroviario non soggetto a obblighi di servizio invece beneficiario della norma contenuta nel medesimo art. 214, della quale non si potrà non tener conto nelle prossime settimane”.

Vinella, il Governo intervenga

Le conclusioni di Vinella sono molto chiare.
“Questa situazione non è accettabile e quindi a nome dell’intera categoria, chiedo a Governo e Parlamento un pronto intervento correttivo. Questo, in coerenza con la norma già approvata e poi ingiustamente cancellata, che già dal prossimo provvedimento d’urgenza possa recuperare questa insostenibile situazione”.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Un po’ funivia, un po’ bus: viaggio alla scoperta di ConnX

Ha superato con successo l’articolata fase di test e tra un anno sarà definitivamente pronto per fare il suo ingresso nel mercato. L’annuncio è stato dato nei giorni scorsi a Vancouver sul palcoscenico più importante del settore, il congresso mondiale dei trasporti a fune: ConnX, la rivoluzione ecol...