Alexander Dennis è stato rilevato dal gruppo canadese New Flyer

La storia di Alexander Dennis come costruttore indipendente è giunta al suo epilogo. L’azienda britannica, il principale produttore al mondo di autobus double decker, è stata rilevata dal gruppo canadese New Flyer Industries (Nfi) per 360 milioni di euro.

L’operazione, annunciata oggi (28 maggio 2019) ha l’obiettivo di «dare vita a un costruttore indipendente e globale di autobus con posizioni di leadership nei mercati di Regno Unito, Nord America e Hong Kong, oltre a una presenza in crescita in altre parti dell’Asia del Pacifico, dell’America Latina e dell’Europa», si legge nel comunicato stampa diramato da Alexander Dennis.

alexander dennis bus

New Flyer potenzia il listino, con ADL

Tra i plus derivanti dall’acquisizione, New Flyer rimarca due aspetti. In primis il know how di ADL in ambito di autobus a due piani. In secondo luogo, il potenziamento del portfolio di prodotti offerti dalle due aziende che ora entrano a far parte del medesimo gruppo. «ADL contribuirà a migliorare le competenze tecniche di NFI su telai e carrozzerie leggere». Inoltre, venendo al capitolo elettrici, «L’esperienza di NFI nel settore dei veicoli elettrici migliorerà l’offerta internazionale di veicoli elettrici di ADL e garantirà che entrambe le aziende guidino il futuro del trasporto pulito», si legge.

In Europa, Alexander Dennis realizza autobus elettrici in collaborazione con i cinesi di BYD, che forniscono telaio e powertrain. New Flyer adotta per i suoi autobus a zero emissioni l’assale elettrico Zf AxTrax (lo stesso dell’eCitaro e dell’Urbino electric).

ADL mantiene il suo marchio

Inoltre, fa sapere sempre New Flyer, «Il modello operativo flessibile di ADL consentirà all’azienda di migliorare la competitività sui mercati esistenti, nel contempo entrando in nuove regioni».

L’azienda inglese fa sapere che manterrà in ogni caso il proprio marchio e il proprio amministratore delegato Colin Robertson, che ha guidato la crescita e l’internazionalizzazione dell’azienda in più di dieci anni. Anche il Chief Financial Officer, Michael Stewart, continuerà a guidare ADL. Essi avranno anche il compito di guidare le ambizioni di crescita internazionale di NFI. Il gruppo New Flyer occupa oltre 6.300 persone e ha 74mila autobus in circolazione tra Canada e Stati Uniti.

Una joint venture nel passato delle due aziende

«Le due società condividono culture e valori simili per quanto riguarda la qualità e l’esperienza del cliente, come dimostrato nella loro precedente joint venture in Nord America (un’esperienza durata dal 2012 al 2017 e finalizzata alla produzione di autobus da 9 e 10 metri della gamma Midi, n.d.r.) – si legge nell’informativa stampa -. Esiste un chiaro allineamento nella strategia di gestione, nelle prospettive di mercato e nelle aspettative di adozione dei veicoli elettrici. L’obiettivo non è tagliare i posti di lavoro o razionalizzare, ma concentrarsi sulla collaborazione e sulla condivisione delle migliori pratiche. ADL continuerà a perseguire i suoi piani strategici».

New Flyer e la dimensione globale

“Si tratta di un’acquisizione volta a trasformare NFI in un produttore globale di autobus“, ha dichiarato Paul Soubry, Presidente e Amministratore Delegato di NFI. “ADL è il primo produttore di autobus del Regno Unito e il primo produttore globale di autobus a due piani, con una presenza internazionale consolidata ed è riconosciuto come leader noto per i prodotti innovativi e l’impegno per la qualità e il servizio. Siamo entusiasti di vedere ADL entrare a far parte della famiglia NFI in una transazione che riteniamo possa portare avanti la nostra attività combinando i punti di forza congiunti in ingegneria, vendite, sviluppo di nuovi prodotti e produzione con l’esperienza di NFI nell’eccellenza operativa, insourcing, fabbricazione e gestione dei sistemi”.

Il presidente del consiglio di amministrazione di NFI, Brian Tobin, ha aggiunto: “ADL è un’azienda che conosciamo molto bene, e questa acquisizione rappresenta un’opportunità convincente per rendere NFI un’azienda più diversificata e solida, creando al contempo un valore immediato per i nostri azionisti. Il team di gestione di NFI ha un track record di acquisizioni accretive e di gestione prudente del capitale che ci aspettiamo di continuare con l’aggiunta di ADL”.

L’amministratore delegato di ADL, Colin Robertson, afferma: “Siamo incredibilmente orgogliosi della crescita e del successo che abbiamo avuto nel costruire Alexander Dennis negli ultimi 15 anni, e sono entusiasta che il team di ADL si unisca a NFI – una grande azienda di autobus che si unisce ad un’altra. Crediamo che le nostre attività consolidate rafforzeranno la posizione di leader di mercato di NFI in Nord America, migliorando al contempo l’offerta di NFI attraverso l’esperienza ingegneristica combinata, le partnership con i fornitori, il know-how sui veicoli elettrici e le piattaforme aftermarket”

2019-06-19T12:43:25+00:0028 Maggio 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS|Tag: , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio