Settimana europea della mobilità 2019, a Cagliari l’accento è sul tpl sostenibile

Quasi 2.500 città registrate in tutta Europa: lunedì inizia la Settimana europea della mobilità, un’iniziativa lanciata nel 2002 e che ogni anno, sempre nella ‘finestra’ tra 16 e 22 settembre, mette al centro dell’attenzione il tema della mobilità sostenibile e la promozione di politiche di mobilità all’avanguardia.

All’interno di questa cornice europea si inserisce la tappa del Mobility innovation tour in programma per martedì 17 a Cagliari: un convegno di respiro internazionale focalizzato sulla transizione energetica del trasporto pubblico.

IL PROGRAMMA

Mobility Innovation Tour

European mobility week, la mobilità attiva sugli scudi

Quest’anno il tema macro a livello europeo è quello della mobilità attiva, a piedi e in bicicletta. Forme di spostamento che, integrate con l’utilizzo dei mezzi pubblici, garantiscono un impatto minimo sull’ambiente, incidendo nel contempo positivamente sulla salute dei cittadini. In termini di benefici per la salute, si legge nella nota del ministero dell’ambiente, numerosi studi dimostrano che i ciclisti vivono in media due anni in più rispetto ai non ciclisti e trascorrono il 15% in meno di giorni di lavoro per malattia, mentre 25 minuti di camminata veloce al giorno possono aggiungere fino a sette anni alla vostra vita!

Un anno fa, nel 2018, il tema era quello della multimodalità, per il quale è stato scelto lo slogan “Cambia e vai”. Quando si parla di multimodalità si fa riferimento alla scelta di diversi mezzi di trasporto, sia all’interno dello stesso spostamento che per spostamenti diversi, in base alla tipologia e alle caratteristiche del viaggio e del viaggiatore.

Ctm Cagliari, verso il futuro e oltre

Quest’anno, a Cagliari il focus sarà sull’utilizzo dei mezzi a zero emissioni nell’ambito della rete di trasporto pubblico. Del resto, Ctm Cagliari, partner di AUTOBUS nell’organizzazione dell’appuntamento, è un’azienda contraddistinta da una storia recente improntata all’innovazione e progetti futuri all’avanguardia: Ctm ha rappresentato l’Italia nell’ambito del progetto europeo ZeEus di Uitp (che in tante metropoli ha sancito il primo passo della transizione energetica del trasporto pubblico) e sta imboccando convintamente la strada della conversione della flotta alle trazioni a zero emissioni. Puntando sul filobus di nuova generazione. Per la cronaca: oggi l’età media complessiva della flotta bus (composta da 239 veicoli) è di 8,6 anni, quella del parco filobus (32 mezzi) di 4,8 anni.

2019-09-12T08:21:03+00:0012 Settembre 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS, MOBILITY INNOVATION TOUR|Tag: |