Il Crealis Imc di Iveco in test a Nancy

Il filobus a batteria Iveco Crealis IMC sta affrontando due settimane di test a Nancy (Francia). Il filobus, già ordinato da Limoges Métropole e vincitore del Sustainable Bus Award 2019, è dotato di un sistema di trazione Skoda Electric e può funzionare in modalità a zero emissioni senza alimentazione da linea aerea, grazie alla batteria di bordo.

La notizia è riportata sulla rivista specializzata francese Mobilités Magazine.

Crealis IMC
foto: Mobilités Magazine

Iveco Crealis in fase di test a Nancy

Il filobus firmato Iveco sta affrontando una fase di test sulla rete di trasporto pubblico di Nancy per valutarne autonomia e prestazioni offline anche in situazioni di salita. I test, sottolinea Mobilités Magazines, sono effettuati su richiesta di Iveco, con il consenso dell’operatore e dell’autorità di trasporto.

Iveco Crealis per modernizzare la rete di Limoges

Limoges Métropole utilizza filobus da oltre 50 anni e nel settembre 2018 ha ordinato due unità del nuovo Crealis. La scelta è infatti ricaduta sul Crealis In-Motion-Charging, il filobus presentato alla IAA Commercial Vehicles di Hannover e in quell’occasione premiato come Sustainable Bus Award 2019 nella categoria Urban.

L’investimento è finalizzato alla modernizzazione della rete esistente di Limoges (208.000 abitanti). Questi nuovi veicoli – che vanno ad integrare la flotta di quasi 30 filobus già in servizio – saranno utilizzati sulle tratte più trafficate. L’Iveco Crealis IMC, come tutti i filobus di nuova generazione in cui il motogeneratore è sostituito dalla batteria, non necessità di momenti di fermo per ricaricare le batterie, che si ricaricano automaticamente durante i tratti che vedono il filobus “agganciato” alle linee aeree. Questi veicoli possono, secondo il produttore, funzionare con batterie dal 25% al 40% del percorso.

2019-06-19T13:19:38+00:007 Giugno 2019|Categorie: FILOBUS|Tag: , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio