Federalberghi, Confcommercio, Agrigento Extra e Trasporti Urbani Agrigento hanno sottoscritto un accordo per potenziare i servizi rivolti ai turisti, mirando a sviluppare ulteriormente l’attrattività della città e promuovere il territorio in vista di Agrigento Capitale della Cultura 2025. L’accordo prevede che le strutture ricettive aderenti all’iniziativa, grazie a un’interfaccia, possano vendere direttamente ai loro ospiti i titoli di viaggio del servizio turistico Temple Tour Bus.

Temple Tour Bus, cos’è e come funziona

Il Temple Tour Bus è il servizio turistico attivo fino alla fine del periodo estivo, che consente di visitare la Città dei Templi a bordo di caratteristici autobus scoperti. Sono due i percorsi offerti (linea rossa e linea blu) e prevedono diverse fermate intermedie nelle principali attrazioni turistiche di Agrigento, nella modalità hop-on/hop-off (sali e scendi). Il biglietto del Temple Tour Bus è valido anche per le linee del servizio urbano gestito dalla TUA.

Finora hanno già preso parte all’iniziativa 8 alberghi aderenti a Federalberghi Agrigento e 16 b&b del circuito Agrigento Extra, per totale di 24 strutture. Ha sottoscritto l’intesa anche Confcommercio Agrigento. L’intesa è stata siglata nel nome dell’accoglienza, perché accogliere il turista significa anche rendergli facili gli spostamenti all’interno della città, verso gli aeroporti o altre destinazioni, consentendogli di ottimizzare i suoi tempi.

Questa partnership strategica con  il settore alberghiero rispecchia la visione di Trasporti Urbani Agrigento di trasporto pubblico integrato e orientato all’utente e riveste un’importanza ancora maggiore, in chiave turistica, in vista di Agrigento Capitale della Cultura 2025. Un anno storico per la Città dei Templi, al quale l’azienda vuole dare il proprio contributo attraverso i suoi servizi.

Ulteriori informazioni sugli orari e sui percorsi del Temple Tour Bus possono essere trovate sul sito ufficiale del servizio turistico e sui canali social di Trasporti Urbani Agrigento.

In primo piano

Energy Mobility Solutions, la bussola di Iveco Bus per guidare i clienti verso la transizione energetica. L’intervista a Federica Balza, Sales Infrastructure Engineer

Si chiama Energy Mobility Solutions ed è il modello di business per la mobilità elettrica messo a punto da Iveco Bus per supportare gli operatori nella transizione energetica, offrendo una soluzione chiavi in mano su misura, dalla progettazione dei veicoli e delle relative installazioni alla loro re...

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Nasce FNM Academy, la corporate university dedicata alla mobilità

Trasmettere conoscenze, migliorare competenze e contribuire allo sviluppo professionale delle persone coinvolte nel settore dei trasporti e della mobilità. Nasce con questi obiettivi FNM Academy, la corporate university a cui ha dato vita il Gruppo FNM. Si tratta di un campus aperto che vuole raffor...

Autoguidovie porta l’intelligenza artificiale nel trasporto persone

Autoguidovie guarda al presente e al futuro cogliendo le opportunità tecnologiche del momento e crede fermamente che i migliori strumenti per conoscere, gestire e sfruttare il potenziale dell’intelligenza artificiale siano formazione e preparazione delle persone. Per questo l’azienda è partner della...