otokar

Con la consegna di due autobus inizia ufficialmente lo sbarco di Otokar nel Regno Unito e in Irlanda. Saranno infatti un Navigo T da 8,39 metri e 37 posti a sedere e un Vectio C da 9,63 metri – entrambi mossi da un Cummings ISB4.5 Euro 6 che lavora in tandem con una trasmissione Allison 2200 – ad aprire la strada ai bus turchi in terra inglese. Otokar continua, così, l’avanzata sul mercato europeo. Solo nel 2014 il costruttore turco ha infatti consegnato 144 autobus in Francia e per l’anno corrente si prevede volumi analoghi. Anche in Italia sembra splendere il sole. Le immatricolazioni per il 2015 si dovrebbero chiudere in linea con l’anno passato (attorno ai 45 autobus) mentre per il 2016 ci si aspetta un vero e proprio ‘boom’ in quanto verranno conteggiati i 60 autobus di Napoli.  I primi passi all’estero sono quindi già stati fatti, basti pesare che dei 2500 bus prodotti ogni anno circa 400 escono dai confini nazionali per essere esportati. Ed è proprio sull’export che Otokar vuole spingere, date le buone prospettive di ripresa del mercato europeo.

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati

Il Gruppo FS a InnoTrans con il bus a idrogeno di Qbuzz

Il Gruppo FS ha messo in mostra ad Innotrans, la più importante fiera internazionale dedicata alle tecnologie dei trasporti che si tiene a Berlino, uno dei suoi autobus green a idrogeno. I bus sono impiegati quotidianamente nelle province di Groningen e Drenthe dall’azienda olandese Qbuzz, ter...