image

I prossimi dieci anni saranno decisivi per lo sviluppo e la diffusione degli autobus elettrici, la cui presenza nelle città europee non potrà che crescere a passo rapido. È quanto emerge dai dati del rapporto ZeEUSeBus Report realizzato dall’Uitp. Per ora, il 98 per cento dei 173mila bus elettrici al mondo circolano sulle strade delle città cinesi, grazie agli incentivi governativi. La flotta europea attualmente conta su 1.300 elettrici, il 18 per cento dei quali sono in Regno Unito, seguito da Paesi Bassi, Svizzera, Polonia e Germania (10 per cento ciascuna).

Il futuro è il bus elettrico

L’indagine rivela che 19 operatori di tpl, che coprono 25 città europee, hanno pubblicato un piano volto a incrementare la presenza di e-bus entro il 2020. La previsione è che a quella data in queste città circoleranno oltre 2.500 bus elettrici (il 6 per cento della loro flotta complessiva). Il 2025 è l’orizzonte dei programmi di altre 18 città del vecchio continente: la previsione è che tra otto anni questi centri avranno a disposizione oltre 6.100 bus elettrici, quasi la metà della loro flotta complessiva (più precisamente il 43 per cento).

Europa produttrice di bus elettrici?

Nel medesimo report viene evidenziato, attraverso un’analisi di mercato condotta tra i costruttori, che una produzione di serie di bus elettrici in Europa raggiungerà piena maturità entro il 2018-2020, grazie al progressivo aumento della domanda.

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Irizar consegnerà 30 bus elettrici a Valladolid

L’operatore di trasporto pubblico AUVASA, Autobuses Urbanos de Valladolid, ha firmato un accordo quadro con Irizar e-mobility che prevede la consegna di 30 autobus zero emissioni modello Irizar ie tram oltre alle loro infrastrutture di ricarica. La consegna di queste unità verrà suddivisa in d...

Téléo, nasce a Tolosa la più estesa cabinovia urbana d’Europa

Scavalca una collina, oltrepassa la tangenziale e il fiume Garonna, collega l’università Paul-Sabatier all’istituto di ricerca Oncopole, attraverso il centro ospedaliero di Rangueil, il tutto trasportando ottomila viaggiatori al giorno. A percorrere lo stesso tratto di tre chilometri, un...
Tpl

Veneto, ecco Garda Link: treno più bus da Verona al Lago

Un unico biglietto, acquistabile dal portale di Trenitalia, consente di arrivare in treno alla stazione di Verona Porta Nuova e salire su uno degli autobus dell’azienda veronese Atv che ogni trenta minuti effettuano i collegamenti giornalieri con tutte le località turistiche della sponda orien...