image

I prossimi dieci anni saranno decisivi per lo sviluppo e la diffusione degli autobus elettrici, la cui presenza nelle città europee non potrà che crescere a passo rapido. È quanto emerge dai dati del rapporto ZeEUSeBus Report realizzato dall’Uitp. Per ora, il 98 per cento dei 173mila bus elettrici al mondo circolano sulle strade delle città cinesi, grazie agli incentivi governativi. La flotta europea attualmente conta su 1.300 elettrici, il 18 per cento dei quali sono in Regno Unito, seguito da Paesi Bassi, Svizzera, Polonia e Germania (10 per cento ciascuna).

Il futuro è il bus elettrico

L’indagine rivela che 19 operatori di tpl, che coprono 25 città europee, hanno pubblicato un piano volto a incrementare la presenza di e-bus entro il 2020. La previsione è che a quella data in queste città circoleranno oltre 2.500 bus elettrici (il 6 per cento della loro flotta complessiva). Il 2025 è l’orizzonte dei programmi di altre 18 città del vecchio continente: la previsione è che tra otto anni questi centri avranno a disposizione oltre 6.100 bus elettrici, quasi la metà della loro flotta complessiva (più precisamente il 43 per cento).

Europa produttrice di bus elettrici?

Nel medesimo report viene evidenziato, attraverso un’analisi di mercato condotta tra i costruttori, che una produzione di serie di bus elettrici in Europa raggiungerà piena maturità entro il 2018-2020, grazie al progressivo aumento della domanda.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Articoli correlati