Finalmente è stata fatta chiarezza sulla causa, o meglio le cause, del tragico incidente di Mestre del 3 ottobre 2023 nel quale persero la vita 23 persone, l’autista e 21 passeggeri. Si è parlato tanto di un possibile malore del conducente (poi smentito dall’autopsia), di un malfunzionamento dell’autobus elettrico made in China (anch’esso smentito, con buona pace dei tanti detrattori degli e-bus), di antenne che avrebbero interferito con il motore e le batterie del mezzo stesso e altre strambe teorie, che poco rispetto portano ai morti.

Potrebbe interessarti

Tragedia di Mestre, la perizia sul perno del tirante dello sterzo

Sono passati quattro mesi dalla strage di Mestre e, nonostante i diversi esami disposti dalla procura per accertare le dinamiche dell’incidente nel quale hanno perso la vita 21 persone, le cause della caduta dell’autobus dal cavalcavia non sono state ancora chiarite. Negli scorsi giorni una nuova pe…
News

Oggi, finalmente la verità, svelata dal procuratore di Venezia Bruno Cherci: l’autobus Yutong è diventato ingovernabile dal conducente per la rottura dello sterzo, rottura causa da un perno ammalorato e dunque del giunto che collega allo sterzo. A causa di questo, il bus ha strisciato per diversi metri contro il guardrail (non in buona condizioni) per poi precipitare di sotto.

Cerchi ha aggiunto che è ancora “da stabilire il nesso di casualità tra la rottura dello sterzo e lo stato delle barriere”.

Al momento gli indagati sono tre funzionari del Comune di Venezia e l’amministratore delegato de La Linea, Massimo Fiorese

Potrebbe interessarti

Tragedia di Mestre / La lettera di un lettore-autista di bus

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviataci da Sebastiano Bruneo, autista di bus L’ennesima tragedia. Non conoscevo Alberto, ma era uno di noi. Mi sono chiesto cosa avrei potuto fare e ho scritto una lettera aperta al premier Meloni. So che non servirà, che è una goccia d’acqua nel mar…
News

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Articoli correlati