Visitare musei e mostre, fare escursioni, salire su Monte Capanne con la cabinovia, partecipare a concerti e comprarsi libri con lo sconto. È particolarmente ricco il pacchetto di agevolazioni che sull‘Isola d’Elba si accompagna al progetto “Proteggi l’isola, scegli l’autobus” realizzato dalle amministrazioni comunali dell’isola assieme alla Provincia di Livorno e ad Autolinee Toscane.

Si tratta di incentivi a scegliere il bus come mezzo di trasporto così da sollecitare turisti e residenti a lasciare a casa la propria auto privata e a muoversi a bordo dei bus di Autolinee Toscane per i propri spostamenti quotidiani. E, infatti, si caratterizza per due azioni di incentivo e promozione concreta della mobilità pubblica: l’Elba Pass, cioè abbonamenti scontati per 1, 3 e 6 giorni per utilizzare i bus urbani ed extraurbani di Autolinee Toscane sull’Isola, e nuove linee per ampliare l’offerta a turisti e cittadini.

Potrebbe interessarti

Nello specifico il piano prevede sia nuove linee e nuovi orari più capillari e continui nel trasporto pubblico locale su gomma, sia un pacchetto di tariffe speciali, ma anche uno studio sul campo delle richieste e delle esigenze dell’utenza così da avere a disposizione un quadro conoscitivo di rifermento su cui modellare il servizio al fine di aumentare sempre più la potenziale utenza che se ne servirà.

Infatti, il Progetto Speciale “Proteggi l’isola, scegli l’autobus” ha anche come obiettivo quello di misurare e conoscere l’utenza che usa l’autobus al fine di proporre e sviluppare miglioramenti del servizio per il biennio 2023-2024. Il cuore dell’azione sta proprio nell’Elba Pass, cioè titoli di viaggio studiati appositamente per le esigenze dei visitatori dell’Isola d’Elba, che a prezzi particolarmente vantaggiosi rispetto al singolo biglietto (1 giorno a 10euro; 3 giorni a 15 euro; 6 giorni a 25 euro) possono spostarsi per tutta l’isola su tutti i mezzi di Autolinee Toscane.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Articoli correlati

“Viaggiamo insieme”, il (nuovo) progetto di Autoguidovie

Il partner è Zucchetti, il progetto è “Viaggiamo insieme”. Con un compagno di viaggi di primo livello, Autoguidovie lancia l’iniziativa di collaborazione digitale dedicata ai conducenti e al personale viaggiante. Un progetto di digital human resources che ha l’obiettivo di i garantire una comunicazi...