La flotta di Enjoy, il car sharing di Eni, diventa (anche) elettrica con l’introduzione delle city car XEV YOYO. La rivoluzione della mobilità condivisa Enjoy inizia dalla città di Torino dove la novità è stata presentaa nella sede del Comune in Piazza Palazzo di Città alla presenza di Chiara Foglietta, Assessora alla Mobilità e Trasporti della Città di Torino e di Fabrizio Ricca, Assessore alle Politiche Giovanili, Sport e Internazionalizzazione della Regione Piemonte, intervenuti insieme a Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni, e a Lou Tik, Fondatore e Amministratore delegato di XEV.

Enjoy elettrifica la flotta del car sharing a Torino

Nel capoluogo piemontese, grazie all’app Enjoy, è possibile noleggiare una delle cento nuove XEV YOYO di colore verde lime che si uniscono alla flotta già disponibile in città, composta da 300 veicoli tra auto e cargo.

Grazie all’accordo tra Eni e XEV, casa automobilistica fondata a Torino nel 2018, i vantaggi della mobilità elettrica sulla vita urbana si uniscono alla comodità del car sharing free floating, che consente di avviare e terminare i noleggi in qualsiasi luogo all’interno dell’area di copertura Enjoy, senza punti predefiniti di prelievo o riconsegna.

Inoltre del rifornimento si occupa Enjoy: le city car XEV YOYO permettono ai clienti di muoversi in libertà perché sono sempre disponibili con una ricarica della batteria superiore al 30%.

«Ridurre le emissioni inquinanti, diminuire la circolazione dei mezzi privati favorendo il trasporto pubblico e l’utilizzo dei mezzi in condivisione sono obiettivi per dare corpo a quella mobilità intelligente, responsabile e interconnessa che abbiamo in mente. Il potenziamento della flotta di Enjoy con l’immissione in servizio di 100 nuove auto elettriche va in questa direzione accrescendo e migliorando l’offerta di alternative al mezzo privato a disposizione dei cittadini e favorendo l’intermodalità del trasporto pubblico», ha spiegato Chiara Foglietta, Assessora alla Mobilità e ai Trasporti della Città di Torino.

«In questo territorio così pronto e fertile alle innovazioni, Enjoy ha scelto Torino come prima città in Italia per ampliare il suo parco auto, arricchendolo di veicoli a trazione elettrica e contribuendo così alle azioni per il miglioramento della qualità dell’aria della nostra città. La Regione Piemonte sta lavorando molto sulla mobilità sostenibile. Abbiamo investito quasi 200 milioni di euro per rinnovare il parco circolante del trasporto pubblico locale, anche con la trasformazione degli autobus da diesel a elettrico, per incentivare l’acquisto degli abbonamenti e per il rinnovo delle flotte aziendali e dei veicoli dei cittadini. Puntiamo anche in modo diretto sulla formazione di ‘mobility manager’, sia nella pubblica amministrazione che nel mondo delle imprese. Per cui ringraziamo Eni per questa opportunità che sarà a servizio dei torinesi, ma anche dei tanti turisti che visitano la nostra città», ha sottolineato Fabrizio Ricca, Assessore alle Politiche Giovanili e all’Internazionalizzazione della Regione Piemonte.

«Eni è grata alla Città di Torino per l’entusiasmo con cui ha accolto il debutto italiano del car sharing elettrico Enjoy, che nei prossimi mesi sarà esteso alle altre città in cui il servizio è presente, a iniziare da Bologna e Firenze. Lo sviluppo di questa nuova offerta rappresenta una rivoluzione della mobilità urbana: un’auto che si usa solo per il tempo e il tragitto necessario, a emissioni zero su strada, estremamente maneggevole e che arricchisce sia la nostra offerta di prodotti sostenibili, sia i servizi delle nostre stazioni di servizio, dove viene effettuato il cambio delle batterie delle nuove Enjoy e a breve anche dei clienti privati. Anche operazioni come questa accorciano il nostro percorso verso il raggiungimento dell’obiettivo della totale decarbonizzazione di prodotti e processi Eni entro il 2050», ha dichiarato Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni.

«Siamo orgogliosi che la nuova flotta Enjoy composta da 100 XEV YOYO sia disponibile per la prima volta a Torino, la città in cui XEV è nata. La nostra visione aziendale è quella di realizzare la libertà della mobilità e una società sostenibile. Questa partnership con Eni nel car sharing rappresenta un importante raggiungimento di questo obiettivo e un passo concreto verso il futuro», ha affermato e Lou Tik, Fondatore e Amministratore delegato di XEV.

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Trotta Bus: Romana Diesel consegna Evadys e Indcar Mobi

Cospicua consegna Iveco Bus per Trotta: 12 Evadys e 19 Indcar Mobi su telaio Daily per il trasporto scolastico. Romana Diesel ha portato recentemente a compimento la prima tranche di consegne di bus destinati allo storico marchio del trasporto persone. Gli scuolabus sono stati acquistati a seguito d...

Tpl Linea approva il piano industriale

L’assemblea dei soci di Tpl Linea, azienda del trasporto pubblico locale in provincia di Savona, ha dato il via libera al Bilancio di esercizio 2021 che chiude in utile nonostante il periodo pandemico e ha approvato l’aggiornamento del Piano industriale, atto primario per procedere con l...