Un po’ autobus, un po’ tram. Questo è l’Irizar ie tram (appunto) che la casa madre basca ha portato allo stand numero H9 del padiglione 4, teatro in questi giorni (dal 7 al 9 giugno) dell’European Mobility Expo di Parigi.

Una soluzione di mobilità a zero emissioni, cento per cento elettrico, lunga dodici metri, che dispone di 22 posti, 1 posto per il conducente, 2 sedili pieghevoli, 2 aree per sedie a rotelle/passeggini e può ospitare fino a un totale di 80 passeggeri.
È dotato di batterie Irizar da 355 kWh di energia a bordo che vengono ricaricate mediante ricarica lenta nei depositi.

Irizar ie tram rear

Tra le sue caratteristiche principali spiccano il design, con tratti estetici del tram, i coprimozzi, gli specchietti retrovisori che sono stati sostituiti da telecamere che proiettano le proprie immagini su due schermi posti all’interno del veicolo su ciascun lato del conducente, l’anello perimetrale cromato, che scorre attorno alla scocca del veicolo e incornicia l’ampia superficie vetrata delle parti laterali.

Il veicolo esposto è di proprietà di Orleans Métropole. La società ha firmato un contratto con Irizar e-mobility nell’aprile 2020 per la fornitura di 29 autobus a zero emissioni del modello Irizar ie tram. Questo accordo fa parte della strategia di Orleans Métropole per realizzare la conversione energetica della propria flotta di autobus verso un sistema di trasporto pubblico completamente elettrico. Questi autobus circolano già per le strade di Orleans da gennaio 2022.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Drivability, il progetto di social responsability di Cortina Express

Si chiama Drivability ed è il progetto di corporate social responsability di Cortina Express, la società che si occupa di servizi di mobilità con sede a Cortina d’Ampezzo nel cuore delle Dolomiti. Muoversi è sempre stato essenziale per lo sviluppo dell’umanità e oggi più che mai è un diritto come de...

Anav: «Transizione graduale verso le nuove alimentazioni»

Si è svolta oggi al Forte di Bard (Aosta), l’Assemblea annuale di Anav, Sezione Piemonte e Valle d’Aosta presieduta dalla Presidente Serena Lancione. Il Forte di Bard antica fortezza che affaccia sulla valle e ora anche centro espositivo e congressuale, ha ospitato una serie di incontri, interventi ...