La spagnola, o meglio, basca Irizar e-mobility rafforza la sua posizione nel mercato degli autobus e del trasporto pubblico locale in Bulgaria, aggiudicandosi l’assegnazione di un nuovo ordine – di 33 e-buses – per la città di Stara Zagora (dopo quello per la città di Burgas).

Entrando nello specifico della commessa, si tratta dei primi autobus elettrici che si uniranno alla flotta delloperatore municipale della città. Per le esigenze della realtà bulgara sono stati celgi gli Irizar ie bus di 12 metri di lunghezza, che si distinguono per il loro design moderno e innovativo poiché l’operatore ha scelto di integrare varie caratteristiche estetiche dell’Irizar ie tram, creando un veicolo capace di massimizzare il comfort, l’accessibilità e la sicurezza per il conducente e i passeggeri.

L’Irizar ie bus è un autobus elettrico che offre i vantaggi ambientali di zero emissioni di CO2 e bassi livelli di rumorosità e garantisce costi di esercizio e autonomia ottimali.
Questi veicoli sono dotati di 26 posti a sedere, uno spazio per le sedie a rotelle e 4 posti PMR e hanno una capacità di trasporto di 77 passeggeri. Per facilitare l’accesso e le procedure di incarrozzamento, dispongono di 3 porte

Il design interno dell’autobus include attrezzature innovative e una serie di comfort e servizi per migliorare lo spazio dell’abitacolo e fornire una sensazione di apertura e luminosità per garantire un’ottima esperienza di viaggio sia per i passeggeri, sia per il conducente. Come, ad esempio, i pannelli laterali vetrati, le porte di ricarica Usb, così come i lunotti pieghevoli e i sedili trasparenti che aumentano il riflesso della luce.

Infine, per aumentare la sicurezza dei passeggeri, l’operatore ha optato per un sistema di videosorveglianza, oltre al purificatore d’aria eCo3, capace di generare un ambiente libero da virus, microorganismi, batteri, germi, allergeni e particelle di polvere, aspetto quanto mai importante in tempi di pandemia.

In primo piano

Citymood 12e, il tour-test su e giù per lo Stivale è un successo

Mancavano una manciata di settimane alla fine del 2021 quando, in quel di Flumeri, Industria Italiana Autobus lanciava il primo elettrico di casa. Il nome di battesimo? Citymood 12e, di fatto il primo ebus interamente progettato e realizzato in Italia. Una novità tutta made in Italy ben accolta dal ...

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Drivability, il progetto di social responsability di Cortina Express

Si chiama Drivability ed è il progetto di corporate social responsability di Cortina Express, la società che si occupa di servizi di mobilità con sede a Cortina d’Ampezzo nel cuore delle Dolomiti. Muoversi è sempre stato essenziale per lo sviluppo dell’umanità e oggi più che mai è un diritto come de...

Anav: «Transizione graduale verso le nuove alimentazioni»

Si è svolta oggi al Forte di Bard (Aosta), l’Assemblea annuale di Anav, Sezione Piemonte e Valle d’Aosta presieduta dalla Presidente Serena Lancione. Il Forte di Bard antica fortezza che affaccia sulla valle e ora anche centro espositivo e congressuale, ha ospitato una serie di incontri, interventi ...