Bratislava è pronta a modernizzare la sua flotta di filobus. Per farlo, ha incaricato Skoda Transportation Group, che ha vinto due gare d’appalto per la fornitura di 23 filobus bi-articolati e 16 filobus a tre vetture con alta capacità di passeggeri. Il valore dei due ordini è di oltre 29 milioni di euro (l’acquisto dei nuovi veicoli è in parte finanziato dall’Ue) e la consegna dei veicoli alla capitale della Slovacchia sarà completata entro 20 mesi dalla firma del contratto.

Nella capitale slovacca, il trasporto filoviario è visto come molto promettente. Bratislava prevede di modernizzare, espandere e velocizzare la rete di filobus: con la fornitura di nuovi veicoli, sarà possibile aumentare la capacità di trasporto e sostituire gli autobus diesel meno ecologici su linee selezionate.

I filobus più lunghi per la linea 71

I residenti e i turisti di Bratislava possono aspettarsi due tipi di nuovi veicoli. Il primo che Skoda sta fornendo è il filobus articolato Skoda-Solaris 27Tr lungo 18 metri; il secondo tipo è il filobus triplo articolato Skoda-Solaris da 24 metri. Come suggerisce il nome, sono lunghi 24 metri e hanno una capacità di 160 passeggeri. Sono destinati all’uso sulla linea 71, la linea filoviaria più trafficata della città, che serve anche la stazione ferroviaria principale. Bratislava sarà la seconda azienda di trasporto, dopo Praga, dove opereranno questi filobus prodotti da un consorzio Skoda e Solaris.

Entrambi i tipi di filobus saranno dotati di aria condizionata per il conducente e i passeggeri, spazio per carrozzine, sedie a rotelle e biciclette, moderni sistemi di informazione, tra cui, per esempio, oltre ai pannelli informativi, telecamere interne ed esterne, conteggio automatico dei passeggeri e una connessione Wi-Fi. Nei veicoli saranno anche installate attrezzature per la trasmissione a distanza di dati diagnostici.

I commenti di Skoda e DPB

«I nuovi contratti per Bratislava fanno seguito a una serie di consegne di successo dei nostri veicoli in Slovacchia. Credo che i nuovi filobus, grazie alla loro soluzione moderna e al loro funzionamento ecologico, aumenteranno ancora una volta la qualità del trasporto pubblico nella capitale del nostro vicino, e che sia i passeggeri che l’azienda di trasporti ne saranno soddisfatti», ha detto Tanya Altmann, vicepresidente senior per le soluzioni di mobilità degli autobus in Škoda Transportation Group.

«Nella nostra azienda di trasporti di Bratislava, stiamo lavorando duramente da molto tempo per rinnovare e innovare la flotta di veicoli, che contribuirà significativamente a migliorare la mobilità ecologica e sostenibile a Bratislava. Stiamo preparando lo sviluppo del trasporto filoviario con giudizio, con un’enfasi sull’economia, l’efficienza e il comfort per i passeggeri e gli autisti. La sfida più grande sarà il funzionamento dei filobus di 24 metri ad alta capacità. Li abbiamo già testati nelle strade di Bratislava e saranno in grado di passare attraverso le traverse più strette senza problemi», ha sottolineato Martin Rybanský, presidente del consiglio di amministrazione di DPB.

Entrambi i tipi di filobus che Škoda fornirà a Bratislava sono alimentati a batteria. I veicoli sono quindi dotati di alimentazione ausiliaria a batteria, in linea con le ultime tendenze. «I veicoli possono circolare anche in luoghi dove non ci sono linee aeree di contatto, per esempio il filobus da 18 metri ha un’autonomia minima di 10 chilometri con la sua batteria di trazione», spiega Tanya Altmann, che aggiunge un’altra cosa interessante: «Inoltre, i filobus da 18 metri avranno installato dei portapacchi, cosa insolita per gli autobus urbani. Questi veicoli dovrebbero essere introdotti per le linee verso l’aeroporto».

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Filobus a Verona, una risorsa per il futuro

Il filobus a Verona è alla seconda generazione. Per quarantaquattro anni del secolo scorso, infatti, dal 1937 al 1981, la città veneta, di 257.500 abitanti, patrimonio Unesco, ha beneficiato di una vasta rete filoviaria, con copertura del territorio urbano e di alcuni centri limitrofi. La prima line...