In Europa circolano ancora centinaia di migliaia di autobus diesel con tecnologia obsoleta. Allo stesso tempo, però, sta crescendo significativamente il numero di autobus elettrici immatricolati. La mobilità elettrica, infatti, rappresenta una via percorribile per il miglioramento del clima grazie alla diminuzione dell’inquinamento. Sempre più costruttori e operatori di trasporto scelgono dunque di puntare sull’elettromobilità: MAN Truck & Bus propone, per il traffico cittadino, il modello Lion’s City 12 E e l’autobus articolato 18 E completamente elettrici.

Mobilità elettrica, il legame con il clima

Sempre più fornitori di trasporto pubblico locale puntano sui veicoli elettrici, come dimostrano gli ultimi dati dell’Associazione europea dei produttori di automobili (ACEA). Sulla base del numero di autobus immatricolati, l’ACEA riferisce che le vendite di autobus elettrici nell’UE sono aumentate del 18,4% su base annua dal 2019 al 2020. Al contrario, la percentuale di motori diesel è diminuita di quasi il 10% in quel periodo (fonte: “Autobus ACEA per tipo di carburante, anno intero 2020”, 30 marzo 2021). “Nel complesso, lo scorso anno il mercato europeo degli autobus elettrici ha superato i 2000 veicoli. E la tendenza è chiaramente al rialzo“, afferma Rudi Kuchta, responsabile della Business Unit Bus di Man Truck & Bus. “Prevediamo che la metà di tutti i nuovi autobus urbani MAN funzionerà con combustibili alternativi entro il 2025“.

Nonostante il numero crescente di autobus per la mobilità elettrica, i loro omologhi diesel costituiscono ancora la stragrande maggioranza degli autobus sulle strade dell’UE, con forti conseguenze sul clima. Secondo l’Acea, nel 2019 ci sono stati più di 690.000 autobus, con un’età media di 11,7 anni. Di questi, il 94,5% era completamente diesel e solo lo 0,6% puramente elettrico (fonte: rapporto ACEA “Vehicles in use, Europe”, pubblicato gennaio 2021). “I numeri e la nostra esperienza mostrano che l’elettromobilità sta prendendo piede. Allo stesso tempo, è chiaro che c’è ancora un enorme potenziale. Se gli autobus diesel con tecnologia obsoleta vengono sostituiti da moderni autobus elettrici, questo darà un enorme contributo alla riduzione delle emissioni di CO2“, afferma Kuchta. “Questo è un elemento fondamentale per contrastare il cambiamento climatico“. L’evidenza è chiara: se un autobus percorre in media 50.000-60.000 chilometri all’anno e consuma tra 36 e 49 litri di carburante per 100 chilometri (5,8-7,8 MPG) a seconda dell’uso, della topografia e del tipo di veicolo, cambiando locale il trasporto pubblico verso un autobus elettrico senza emissioni di alcun genere può risparmiare circa 60-80 tonnellate di CO2 all’anno se confrontato direttamente con un autobus diesel e utilizzando l’attuale mix di elettricità.

Autobus ecologici e standard di emissioni

Gli autobus sono già considerati il ​​mezzo di trasporto più ecologico ed economico. Tuttavia, spetta ai fornitori di trasporto pubblico locale e alle autorità locali ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 e quindi aiutare a proteggere il clima, al di là della mobilità elettrica. L’Unione Europea lo ha riconosciuto anche approvando la direttiva sui veicoli puliti. Questo stabilisce standard di emissioni vincolanti per le flotte di autobus locali ed è in vigore dall’agosto 2021. I comuni devono quindi tracciare una rotta verso una mobilità senza emissioni. L’obiettivo: passare da basse emissioni a zero emissioni. “Un numero crescente di aziende di trasporto pubblico lo ha capito e sta prendendo in considerazione solo autobus urbani alimentati a batteria quando effettua nuove acquisizioni. O questo o stanno fissando date target chiare per convertire la loro intera flotta in unità a emissioni zero“, afferma Kuchta. Un esempio di ciò è l’operatore di trasporto pubblico di Amburgo-Holstein VHH, che dal 2020 acquista esclusivamente autobus locali a batteria a emissioni zero. L’obiettivo è convertire l’intera flotta di autobus a sistemi di propulsione a emissioni zero, per quanto possibile, entro il 2030.

Per assistere al meglio gli operatori dei trasporti nel passaggio a una mobilità senza emissioni, MAN Truck & Bus offre un pacchetto all-inclusive che comprende una consulenza completa sulla mobilità elettrica e soluzioni su misura e lungimiranti. Del resto anche per MAN il futuro della mobilità urbana è elettrico. “Siamo convinti che l’elettromobilità sia la tecnologia chiave per i veicoli commerciali del futuro. Ecco perché stiamo lavorando insieme ai nostri clienti per guidare le tecnologie e progredire sempre più in avanti“, afferma Kuchta. “Da mesi il MAN Lion’s City E ha dimostrato in sempre più paesi e città in tutta Europa quanto sia in grado di far fronte in modo eccezionale al traffico cittadino e quanto sia facile integrarsi nelle operazioni esistenti. Durante un test drive MAN a Monaco di Baviera nel maggio di quest’anno, è riuscito anche a superare il traguardo dei 550 chilometri per la guida in condizioni quotidiane realistiche con una singola carica. Anche la questione della distanza gioca un ruolo importante per i nostri clienti. Dopotutto, un solo veicolo elettrico dovrà in futuro essere in grado di rilevare le linee attualmente servite da un veicolo con motore a combustione interna. Alla MAN Efficiency Run, il nostro e-bus ha dimostrato in modo impressionante quanto l’elettromobilità sia già adatta all’uso quotidiano”, afferma Kuchta. Infatti, anche con una portata realistica di “soli” 400 chilometri in uso regolare, l’autobus è stato in grado di coprire il 98% dei percorsi serviti dai clienti MAN, senza dover ricaricare le batterie lungo il percorso. Può quindi essere ricaricato presso il deposito, con l’ulteriore vantaggio che gli operatori non devono investire in infrastrutture di ricarica aggiuntive altrove in città.

In primo piano

Iveco Streetway, la nuova gamma urbana con focus su diesel e CNG

Iveco Streetway, su il velo sulla nuova gamma urbana Iveco. Attenzione: non si tratta di un rimpiazzo dell’Urbanway, che rimarrà in vendita in tutta Europa. Il lancio della gamma Streetway rappresenta l’atto di debutto della collaborazione con Otokar, e sarà prodotta nello stabilimento t...

Articoli correlati

I nuovi autobus elettrici di Parigi parleranno torinese

Parleranno anche italiano i nuovi autobus elettrici che solcheranno le strade di Parigi. Già, perché Iveco Bus (gruppo Cnh Industrial) ha ottenuto un’importante commessa dall’ente dei trasporti parigino Ile-de-France Mobilités e dall’operatore dei trasporti pubblici Ratp. Come riportato da Torino To...

Wrightbus presenta due nuovi autobus a emissioni zero

Wrightbus ha appena presentato due nuovi autobus a emissioni zero al famoso Millbrook Proving Ground. Si tratta del GB Kite Hydroliner a un piano, alimentato a idrogeno, e del GB Kite Electroliner a ponte singolo, alimentato a batteria. Anche questi nuovi veicoli contribuiranno a un trasporto ecolog...

25 VDL Citea di nuova generazione per la Finlandia

La compagnia di autobus finlandese Oy Pohjolan Liikenne Ab e VDL Bus & Coach hanno firmato un accordo per il trasporto pubblico verde. 25 VDL Citea di nuova generazione, basati su trasmissioni elettriche e con caratteristiche all'avanguardia, saranno consegnati in Finlandia per unirsi al flotta nell...