Dieci autobus per due linee a zero emissioni. E anche a zero costi (per i passeggeri). Il Comune di Madrid, insieme alla società di trasporti municipale EMT Madrid, ha presentato oggi le nuove linee zero, “zero emissioni, zero costi” degli autobus elettrici Irizar

La presentazione ufficiale delle linee “zero” ha avuto luogo questa mattina, in Atocha, in un evento rivolto ai cittadini al quale hanno partecipato il sindaco di Madrid, José Luis Martínez-Almeida, il responsabile EMT, Alfonso Sánchez Vicente e il direttore di Irizar e-mobility, Hector Olabegogeaskoetxea.

Dieci autobus elettrici Irizar per Madrid

Dieci autobus zero emissioni a marchio Irizar ie bus, entreranno a fare parte delle cosiddette nuove linee “zero” che attraverseranno la capitale – da nord a sud e da est a ovest – nei prossimi giorni, come annunciato dal sindaco.

Questo nuovo servizio EMT funzionerà esclusivamente con tecnologia a zero emissioni. Questa iniziativa è una misura promossa dal comune di Madrid che mira a promuovere l’utilizzo del trasporto pubblico e la mobilità sostenibile, nell’ambito della strategia di sostenibilità ambientale Madrid 360.

La prima linea est-ovest composta da autobus Irizar svilupperà gran parte del proprio itinerario sull’asse della Gran Vía. Proseguirà il proprio percorso verso est su calle Alcalá e verso ovest su calle Princesa, per poi dirigersi verso i capolinea di Atocha e Moncloa. Avrà una frequenza compresa tra sette e otto minuti nei giorni feriali e dieci minuti il sabato e nei festivi. Il suo orario si estenderà dalle 7:00 in ciascuna delle direzioni, fino alle 23:30 a Moncloa e alle 23:00 ad Atocha.

L’Irizar ie bus scende in strada a Madrid

Questi 10 autobus Irizar sono completamente silenziosi e rispettosi dell’ambiente. Non emettono gas inquinanti. Il modello in questione è l’Irizar ie bus da 12 m di lunghezza. Ha 2 porte, 28 posti e una capacità di 75 passeggeri. Gli autobus sono alimentati da un motore da 230 kW alimentato da batterie che forniscono, secondo il costruttore, un’autonomia compresa tra 200 e 250 chilometri, a seconda del ciclo di guida e delle condizioni atmosferiche. Ciò equivale a circa 17 ore di guida in condizioni di traffico intenso come quello di Madrid.

Madrid e la mobilità sostenibile

Secondo le parole di José Luis Martínez-Almeida, sindaco di Madrid “ci troviamo di fronte a un’iniziativa nella quale Madrid prosegue il proprio ruolo di pioniera e continua a essere un punto di riferimento sia nel sistema di trasporto pubblico che garantisce la mobilità di milioni di madrileni che nell’ambito della sostenibilità e della lotta per la diminuzione dell’inquinamento.” Il Sindaco ha segnalato, inoltre, che questa misura chiarisce l’impegno dei madrileni nei confronti della loro città e per il miglioramento della qualità dell’aria avendo la possibilità di lasciare a casa le automobili grazie a queste alternative e rendendo così Madrid “un punto di riferimento per tutte le altre città”.

Hector Olabegogeaskoetxea, direttore generale di Irizar e-mobility, ha aggiunto: “Siamo orgogliosi che Madrid abbia deciso di adottare i nostri autobus a zero emissioni per questa iniziativa. È molto importante per noi collaborare a questo progetto. Ci impegniamo al massimo nei confronti dell’ambiente e vogliamo contribuire a migliorare la qualità della vita dei cittadini. Siamo la prima azienda di elettromobilità a energia verde in Europa.

In primo piano

Articoli correlati

Sono di Solaris i primi ebus da 12 metri di sempre a Genova

Ne sono arrivati cinque e ne arriveranno altri venticinque nelle prossime settimane. Gli autobus elettrici firmati da Solaris hanno messo piede, o meglio, ruota a Genova a per la prima volta il capoluogo ligure potrà contare per su ebus da 12 metri. E così, una tappa dopo l’altra, il progetto elettr...