Nuovi bus (marca Otokar) per proseguire il rinnovamento della flotta di Autolinee Toscane nel bacino di Grosseto e, con l’estate, più soluzioni per raggiungere Marina di Grosseto e Principina a Mare muovendosi in modo sicuro e rispettoso dell’ambiente. 

Quelli presentati sono rispettivamente, 2 di un totale di 5 mezzi extraurbani modello Vectio UH, alimentati a gasolio e con motorizzazione Euro 6, e 2 di un lotto di 7 bus urbani a metano, modello Kent, che vanno tutti a ringiovanire la flotta del bacino di Grosseto di Autolinee Toscane. Tutti i mezzi sono stati acquistati dall’azienda grazie a co-finanziamenti, in parte della Regione Toscana (per gli urbani) e in parte dal Ministero (per quelli extraurbani).  

Otokar per Autolinee Toscane

Gli urbani alimentati a gas metano – che per la prima volta entrano nel deposito di Grosseto – sono marca Otokar, modello Kent, lunghi 10,8 metri con 89 posti complessivi (di cui 26 a sedere). Hanno due porte a doppia anta per salita/discesa passeggeri, sono accessibili alle persone disabili con carrozzella (in questo caso la capienza scende a 80 posti proprio per fare spazio ad un passeggero a mobilità ridotta) grazie alla presenza della pedana manuale e uno spazio apposito per il viaggio in sicurezza. I bus hanno anche cabina chiusa per il conducente e sono motorizzati Euro 6. Come tutti i bus urbani della Toscana, sono di colore bianco ed espongono il logo “at”. I nuovi mezzi faranno servizio nel bacino di Grosseto Urbano, su tutte le linee. 

Gli interurbani – di colore blu – sono sempre a marca Otokar, modello Vectio Uh, alimentati a gasolio con motorizzazione Euro 6 di ultima generazione e cambio automatico. Sono lunghi 9,2 metri, quindi agili per muoversi lungo le strade provinciali. Sono dotati di elevatore per il trasporto di persone a mobilità ridotta e, in totale, possono trasportare fino 51 persone (38 a sedere, 12 in piedi, 1 spazio per sedia a rotella).   

Come per tutti i mezzi di Autolinee Toscane è stato installato il sistema AVM, videosorveglianza e contapasseggeri, obliteratrice e validatrice. 

I nuovi servizi di Autolinee Toscane per il mare 

L’altra novità è quella che prevede l’ampliamento dell’offerta di soluzioni in bus per muoversi in estate tra Grosseto e Marina di Grosseto, nell’ambito del progetto “estate in bus”, oggetto anche di una campagna di comunicazione dedicata e consultabile online qui .  

In questo caso, a fronte dell’impegno della Provincia di Grosseto, il conteggio chilometrico complessivo delle linee extraurbane g10, g12 e g13 è cresciuto, già da martedì 11 giugno – giorno di entrata in vigore dell’orario estivo dei servizi di “at” – di oltre 3.600 chilometri annui. Per gli utenti ciò si traduce in una maggiore disponibilità di collegamenti a bordo delle tre linee di riferimento, ovvero la g10 (Grosseto-Marina via Principina a Terra), la g12 (Grosseto-Principina a Mare-Marina di Grosseto) e g13 (Grosseto-Marina via strada del Pollino/Casotto dei Pescatori). Rimangono invece invariati i servizi della linea g11 (Grosseto-Marina via Strada della Trappola). 

Il potenziamento principale riguarda la linea g10 che prevede più partenze: ogni 30’ nei giorni feriali e ogni ora nei festivi, dalla Stazione Fs di Grosseto, a partire dalle ore 7.00 e fino alle 23.30 (ultima corsa). Da Marina di Grosseto verso Grosseto l’ultima partenza dei giorni feriali e festivi sarà alle ore 24. Riorganizzazione anche per le altre due linee di riferimento g12 e g13, il cui dettaglio orario può essere consultato accedendo alla sezione dedicata del sito at-bus.it. 

Infine, dal mese di luglio sarà attivata la nuova linea extraurbana per Osa Mare, attiva dal lunedì al sabato nei mesi di luglio e agosto con partenze da Magliano in Toscana, via Montiano.  

Le dichiarazioni dei protagonisti

Il pacchetto di novità è stato presentato mercoledì 12 giugno 2024, in una conferenza stampa a Palazzo Aldobrandeschi, sede della Provincia di Grosseto in piazza Dante. Presenti il Presidente della Provincia Francesco Limatola, l’amministratore delegato di Autolinee Toscane Jean-Luc Laugaa e l’assessore alla Mobilità del Comune di Grosseto, Riccardo Megale.  

La mobilità sostenibile dipende molto dalla capacità di garantire un trasporto pubblico efficace, in grado di presentarsi come una reale alternativa all’uso del mezzo privato. – sottolinea il Presidente della Provincia di Grosseto, Francesco Limatola Per questo è importante lavorare in sinergia con il gestore sul potenziamento del servizio. Il progetto ‘Estate in bus’ con le linee g10, g12 e g13 prevede più collegamenti da Grosseto per raggiungere Marina e Principina a Mare. Questo è essenziale non solo per i residenti che desiderano raggiungere il mare, ma anche per i turisti che visitano il territorio. Rafforzare i collegamenti è un passo fondamentale per migliorare la mobilità e l’accessibilità delle nostre località costiere, favorendo un turismo sostenibile e responsabile”.

“Proseguiamo il nostro percorso di rinnovamento della flotta su tutto il territorio regionale e quello grossetano – ha spiegato l’Amministratore delegato di Autolinee Toscane, Jean-Luc Laugaa -. Ad oggi sono quasi 400 i nuovi bus che abbiamo acquistato dal nostro arrivo, nel novembre 2021. Da qui a fine anno ne arriveranno altri 300 in tutta la Toscana per un totale di quasi 700 nel giro di 3 anni, così da sostituire i mezzi più vecchi, inquinanti e meno performanti. Per Il bacino di Grosseto con quelli presentati oggi saliamo a 39 nuovi acquistati da novembre 2021 ad oggi ed ulteriori 27, tutti extraurbani, arriveranno entro la fine di questo anno. Si tratta di un segnale forte del nostro intento di rinnovamento, frutto della programmazione e del nostro piano di investimenti che, per Grosseto, prevede l’arrivo di ulteriori mezzi, anche extraurbani, già nelle prossime settimane, così da abbassare l’età media della nostra flotta e avvicinarsi al prossimo anno scolastico con bus nuovi”

I nuovi bus urbani andranno sulle linee urbane di Grosseto (linee g1, g7, g18) e Follonica (f1, f2 e f3) mentre i nuovi extraurbani sul territorio della provincia”, aggiunge Duccio Tesei responsabile della sede di Grosseto di Autolinee Toscane.  

Il rinnovamento della flotta da parte di Autolinee Toscane rappresenta un passo fondamentale per migliorare la qualità del trasporto pubblico nel territorio – commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla Mobilità Riccardo Megale –. I nuovi autobus, più sicuri e rispettosi dell’ambiente, contribuiranno a ridurre l’inquinamento e a offrire un servizio più efficiente ai nostri cittadini e ai turisti in visita a Grosseto. Con l’estate alle porte, oltre ai bus extraurbani, saranno disponibili nuovi mezzi diretti alle località balneari di Marina di Grosseto e Principina a Mare, rendendo più facile e piacevole raggiungere le nostre splendide spiagge. Questo risultato, di cui siamo particolarmente orgogliosi, testimonia l’impegno congiunto dell’Amministrazione comunale e di Autolinee Toscane nel promuovere una mobilità pubblica che sia al centro di un cambiamento positivo per l’intera comunità“.

Come Otokar Italia siamo lieti di rinnovare la partnership con Autolinee Toscane, un protagonista del trasporto pubblico locale in Italia – dichiarano da Otokar Italia. – Questa collaborazione si basa su valori condivisi di sostenibilità, efficienza e competenza. Per guidare la transizione energetica, è fondamentale disporre di un’ampia gamma di prodotti, investire nel mix energetico e offrire servizi sempre più innovativi, supportando progetti mirati alla sostenibilità ambientale, economica e sociale. Siamo onorati quindi di accompagnare at nel suo percorso di decarbonizzazione, tracciando insieme la via del cambiamento”.

In primo piano

Energy Mobility Solutions, la bussola di Iveco Bus per guidare i clienti verso la transizione energetica. L’intervista a Federica Balza, Sales Infrastructure Engineer

Si chiama Energy Mobility Solutions ed è il modello di business per la mobilità elettrica messo a punto da Iveco Bus per supportare gli operatori nella transizione energetica, offrendo una soluzione chiavi in mano su misura, dalla progettazione dei veicoli e delle relative installazioni alla loro re...

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati

Wayla, la startup che porta il trasporto on-demand (e condiviso) a Milano

Si scrive “Wayla”, ma si legge “uei là”, alla milanese, per intenderci. E proprio a Milano Wayla farà il proprio debutto a ottobre, lanciando un servizio di trasporto su richiesta, in sharing, che conterà inizialmente su una mini flotta di cinque mezzi, Fiat Ducato allestiti da Olmedo e a motorizzaz...
News