“Tra qualche ora in Conferenza Stato-Regioni dovrebbe essere concordato lo schema di decreto che assegna, secondo quanto previsto dal piano complementare, 600 milioni alle Regioni per il rinnovo del parco autobus. I nuovi bus dovranno non solo essere ecologici ma anche adatti alle esigenze delle persone con disabilita’”. Lo ha detto ministro delle Infrastruttute e della mobilita’ sostenibile Enrico Giovannini a margine della conferenza stampa sull’istituzione della piattaforma unica nazionale informatica delle targhe associate al Contrassegno Unificato Disabili Europeo.

Disabili, presentata la Piattaforma nazionale unica delle targhe

“La piattaforma è un passo avanti importante, per semplificare la via e migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità attraverso la tecnologia”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Enrico Giovannini, presentando dalla Biblioteca Chigiana la Piattaforma nazionale unica delle targhe associate al CUDE, Contrassegno unificato disabili europeo, per gestire l’accesso dei disabili alle zone a traffico limitato dei vari comuni. “Con la nuova piattaforma – ha concluso Giovannini – una volta inseriti i dati dei veicoli, questi vengono condivisi con altri comune, nel rispetto della privacy, e questo da accesso alle Ztl degli altri comuni. Quindi non è un’innovazione normativa, ma nel cambiamento delle procedure, grazie alla tecnologia, che consente di semplificare l’accesso. Per alcuni forse è un passo un po’ ritardato, ma è un passo importante. Il ministero ha voluto questo progetto e lo ha finanziato. A dimostrazione dell’attenzione del governo da tutti i punti di vista alle persone con disabilità“. “Nella sua semplicità – ha aggiunto Erica Stefani, ministra per la disabilità – questa Piattaforma risolve un grande problema. Oggi le famiglie delle persone con disabilità possono vivere un minor disagio. Questo strumento era fortemente richiesto e siamo riusciti a dare una risposta che rende effettivo il diritto alla mobilità. La vera inclusione e il vero modo per affrontare i temi della disabilità non è quello di approntare delle leggi speciali, è di fare in modo che la nostra normativa e il nostro impianto permettano a tutti di esserci. Stiamo facendo un passo in avanti e lo stiamo facendo fare anche al nostro Paese”. “Vogliamo mettere al centro la persona con disabilità – ha aggiunto Stefani – e mettere al cento il suo progetto di vita individuale, questo è il nostro grande obiettivo”. Il progetto punta a essere operativo entro tre mesi e già dalla Conferenza Stato-Regioni dovrebbe essere decisa l’assegnazione di 600 milioni alle Regioni per il rinnovo del parco autobus e i nuovi veicoli dovranno essere ecologici, ma anche adatti alle persone con disabilità.

In primo piano

Indcar Mobi, l’urbano a gas ha un’autonomia al top

Quello della transizione energetica è il tema centrale su cui ruotano presente e futuro del settore del trasporto pubblico, e non solo. La graduale messa al bando delle soluzioni diesel apre infatti a nuovi scenari. E se le soluzioni elettriche non hanno ancora fatto breccia, le motorizzazioni a gas...

VDL Italia: nuovo team commerciale e la ripartenza del turismo

La tempesta Covid, il focus sulla sicurezza, le iniziative per i clienti travolti dalla crisi. E ora, il mercato che riparte e i Classe III che tornano finalmente a solcare le autostrade del Belpaese. VDL Italia si presenta al rilancio del mercato turistico forte di una gamma che ha già dimostrato i...

Giorgio Zino, presente e futuro di Iveco Bus

Post pandemia, investimenti e sguardo al domani. La transizione elettrica? Ha frenato, ma sta ripartendo. La produzione? È tornata a livelli pre Covid. Abbiamo incontrato Giorgio Zino, Business Director Italy and Greece Iveco Bus che ci ha tratteggiato il presente e il futuro del gruppo. Giorgio Zin...

Cloud-based e multicanale. La bigliettazione secondo Praticko

Le nuove tecnologie sono la principale chiave per migliorare la competitività e uscire dalla crisi. Al centro dei cambiamenti c’è il Cloud, considerato come lo strumento abilitante per eccellenza per progetti di digital transformation che, per propria natura, necessitano di praticità, flessibilità e...

Articoli correlati

Tpl, 600 milioni per i servizi aggiuntivi

Il Tpl sotto la lente del Ministro Giovannini. “Il primo messaggio da sottolineare è che lo Stato, a cui compete il finanziamento del Rpl (trasporto pubblico locale), ma non la gestione che spetta alle regioni, ha stanziato per la seconda parte dell’anno 600 milioni di euro per servizi aggiunt...

A Lecce 13 nuovi autobus Euro6 per il trasporto pubblico

A Lecce sono appena stati consegnati alla sede di Sgm, pronti per entrare in servizio, i 13 nuovi autobus Euro6 diesel acquistati grazie alle risorse erogate dalla Regione Puglia con il bando Smart Go City per l’ammodernamento del parco mezzi del Trasporto pubblico locale. I nuovi autobus andranno a...
Tpl