Keolis, Iveco Bus e Forsee Power insieme per ottimizzare le prestazioni delle batterie per autobus elettrici. Le tre società hanno firmato un accordo di collaborazione per migliorare il funzionamento delle batterie per ebus, mettendo in comune le loro competenze specifiche.

L’obiettivo è quello di ottenere un controllo controllo sull’invecchiamento delle batterie e ottimizzare l’uso di questi asset, che costituiscono una sfida tecnica ed economica centrale nei sistemi di autobus elettrici.
Le prime prove si svolgeranno nella rete di trasporto pubblico di Aix-en-Provence, nel Sud-Est della Francia (Aixenbus), che dispone di una flotta di 41 autobus elettrici.

La prima fase di questa partnership, già in corso, consiste nella condivisione di conoscenze al fine di assegnare i membri ai rispettivi campi di competenza. La seconda fase, invece, prevede una diagnosi della situazione attuale e l’identificazione delle opportunità di ottimizzazione. Una nuova fase inizierà nel 2023:  in questo stadio verranno implementate le strategie volte a ottimizzare l’uso e il funzionamento dei veicoli elettrici, al fine di rallentare il processo di invecchiamento delle batterie e di risparmiare energia.

A seconda dei risultati ottenuti, questa collaborazione potrà essere estesa ad altre reti di trasporto urbano gestite da Keolis.

I commenti dei protagonisti

Pierre Gosset, direttore industriale del gruppo Keolis ha dichiarato: «Questa partnership segna un passo importante per il Gruppo Keolis nel migliorare la nostra conoscenza delle batterie. La flotta e la rete di Aix-en-Provence ci offrono l’opportunità di condurre un esperimento a grandezza naturale che ci permetterà di monitorare le apparecchiature nel tempo, in diverse stagioni e condizioni sul campo. Vorrei ringraziare il nostro partner per il trasporto pubblico, la Métropole Aix Marseille Provence, che ci sostiene in questo progetto. L’obiettivo è migliorare la nostra comprensione delle batterie, quindi controllare il processo di invecchiamento delle stesse, al fine di migliorarne l’affidabilità, ridurre i rischi e, se possibile, prolungarne la durata. Condividendo le loro conoscenze, i partner saranno in grado di valutare con maggiore precisione le prestazioni effettive delle batterie in servizio e i fattori che ne influenzano la durata. Queste informazioni saranno fondamentali per la manutenzione predittiva e la riduzione del consumo energetico. Questi risultati saranno ovviamente condivisi con l’autorità del trasporto pubblico”.

Solène Grange, Amministratore delegato di Iveco France: «Questo accordo rappresenta uno sviluppo significativo per la nostra offerta di mobilità elettrica. Gli scambi di dati con i nostri autobus E-Way by Heuliez forniscono ulteriori input per le analisi che già conduciamo nell’ambito dei nostri servizi connessi Iveco On, progettati per soddisfare le principali esigenze del trasporto pubblico e degli operatori per la manutenzione proattiva e l’ottimizzazione della gestione della flotta».

Nicolas Cailloux, Vicepresidente Europa di Forsee Power: «Siamo lieti di partecipare a questa partnership con Keolis e Iveco Bus, che consentirà di realizzare un caso di studio reale di una consistente flotta di 41 autobus elettrici sulla rete Aixenbus. Forsee Power dispone di team di esperti per analizzare i dati con il suo nuovo servizio di ricarica intelligente. I dati inviati dall’E-Way dagli autobus elettrici Heuliez consentiranno ai nostri ingegneri di proporre buone pratiche di gestione delle batterie che ne ottimizzeranno l’uso con l’infrastruttura di ricarica, ottimizzandone così la durata. Lo scopo di questa iniziativa è quello di ridurre ulteriormente i costi e l’impronta ambientale degli autobus elettrici, che sono già molto competitivi rispetto ai motori a combustione interna».

In primo piano

Volvo centra il tredici e sbarca in Italia con il due piani

In un mercato ancora pesantemente condizionato dagli effetti della pandemia, Volvo si è affacciata per ultima sul mondo degli autobus a due piani, convinta di poter dire la sua. A dire il vero, il costruttore svedese già nel 2020 aveva lanciato il suo bipiano con un progetto tutto nuovo, ma le sue d...

Articoli correlati