Dalla Turchia con furore. L’e-Atak autonomo di Karsan entra con forza nel mercato dell’autobus del Nord Europa, diventando il primo bus autonomo della linea urbana del Vecchio Continente, percorrendo le strade tra i fiordi della Norvegia.

La casa produttrice di Bursa Karsan continua a farsi conoscere sui mercati internazionali con le sue tecnologie innovative. Modernizzando l’infrastruttura di trasporto di molte città con i suoi veicoli commerciali elettrici ecologici, a zero emissioni, ed espandendo la sua flotta di veicoli elettrici in Europa a oltre 250, Karsan a espandersi sul mercato europeo. E così la Norvegia, uno dei Paesi con la più alta quota di vendite di veicoli elettrici a livello globale, ha scelto Karsan per fornire la sua rete di trasporto urbano con autobus elettrici autonomi.

Il Karsan Autonomous e-Atak

Il Karsan Autonomous e-Atak è automatizzato da flowride.ai Level-4 Automated Driving Software Platform di Adastec e sarà utilizzato per la prima volta in Europa su una linea urbana per trasportare passeggeri nella città di Stavanger: può andare senza un autista su un percorso pianificato.

Capace di raggiungere una velocità fino a 50 chilometri all’ora in tutte le condizioni atmosferiche, notte e giorno, l’autobus può autonomamente eseguire compiti precedentemente svolti da un autista umano, come accostare alle fermate dell’autobus sul percorso, gestire i passeggeri che salgono/scendono, navigare attraverso rotatorie, strade principali o semafori.

Parlando della consegna dell’autobus elettrico autonomo in Norvegia, il Ceo di Karsan Okan Baş ha dichiarato: «Abbiamo fatto la nostra prima esportazione nel mercato del Nord Europa, in Norvegia con il nostro autobus elettrico autonomo di 8 metri e-Atak. Continuiamo ad aprire la strada al futuro dei trasporti con i nostri prodotti, con un passo avanti nel futuro della mobilità” come nostra visione. Questa è un’altra pietra miliare per Karsan Autonomous e-Atak, poiché sarà il primo grande autobus senza conducente a trasportare passeggeri in condizioni stradali reali in Europa».

Il Ceo di Adastec, Ali Ufuk Peker ha invece dichiarato: «Siamo molto entusiasti di estendere la nostra flowride.ai Level-4 Automated Driving Software Platform in collaborazione con Karsan Autonomous e-Atak alla Norvegia. Con la nostra missione di rendere le operazioni di trasporto pubblico più efficienti, più confortevoli, più sicure e con la nostra visione di trasporto pubblico in anticipo sui tempi siamo impegnati nell’innovazione della mobilità futura».

300 km di autonomia, software autonomo di livello 4

Per il progetto del modello Autonomous e-Atak portato avanti da Karsan R&D, è stato fatto uno sforzo di partnership con un’altra azienda tecnologica turca, Adastec. Il software autonomo Level-4 sviluppato da Adastec è stato integrato nell’architettura elettrico-elettronica e nel software del veicolo elettrico di Autonomous e-Atak. Autonomous e-Atak è alimentato da batterie da 220 kWh sviluppate da BMW che raggiungono 230 kW di potenza, e soddisfano le esigenze dei clienti. Vantando un’autonomia di 300 km, l’Autonomous e-Atak, lungo 8,3 metri, può trasportare 52 passeggeri, rendendolo un pioniere nel suo segmento. Autonomous e-Atak può essere caricato in 5 ore con unità di ricarica AC e in 3 ore con unità DC.

Visione perfetta in tutte le condizioni atmosferiche

L’e-Atak autonomo, che ha sistemi di assistenza alla guida che vanno oltre le funzioni ADAS, ha sensori LiDAR avanzati. Questi sensori lavorano efficacemente anche agli angoli più critici per distanze fino a 120 metri emettendo raggi laser, consentendo il rilevamento tridimensionale degli oggetti circostanti con una precisione centimetrica. Inoltre, le onde radio emesse dal radar anteriore identificano oggetti in movimento fino a 160 metri in tutte le condizioni atmosferiche. La tecnologia di guida autonoma può facilmente navigare attraverso le strade e analizzare il traffico oltre ad avere la consapevolezza della situazione.

Sicurezza extra per pedoni

Autonomous e-Atak di Karsan, che può sia misurare la distanza degli oggetti che identificarli elaborando immagini ad alta risoluzione con sei telecamere RGB montate su diverse parti del veicolo, distingue facilmente tra veicoli, pedoni o altri oggetti. D’altra parte, Autonomous e-Atak, grazie alle sue termocamere, può rilevare i cambiamenti di temperatura degli esseri viventi intorno al veicolo senza essere influenzato dalla luce e dalle condizioni atmosferiche, fornendo così ulteriore sicurezza per i pedoni e altri esseri viventi. Autonomous e-Atakha mappe ad alta risoluzione che trasmettono informazioni di localizzazione molto accurate, GNSS, accelerometri e anche sensori LiDAR, permettendo di determinare la posizione del veicolo in modo preciso e sicuro.

In primo piano

Siemens, tutte soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Articoli correlati