Il 2022 può essere definito come un anno dinamico per Hess. Il costruttore svizzero ha infatti ricevuto il 17 novembre 2022, dalla Autorità dei Trasporti di Zurigo (VBZ)  l’ordine per 26 nuovi filosnodati, della serie LighTram® DC (Dynamic Charging), di cui 13 da 18 metri di lunghezza, e 13 biarticolati da 24 metri e ad alta capacità, per un valore di circa 330 milioni di franchi svizzeri. La consegna dei primi esemplari è prevista  a partire dal 2024. 

L’ordine può essere considerato la prima tranche di una commessa ancora più vasta, che prevede ben 140 nuovi filobus, di cui 85 da 18 metri e 55 da 24 metri. VBZ infatti vuole rinnovare ed ampliare il parco filoviario con veicoli d’avanguardia, che consentano anche un considerevole risparmio energetico; la tecnologia disponibile, pacchi batterie e ricarica progressiva, permetterà una percorrenza maggiore in modalità wireless, in assenza quindi di bifilare. Questo consentirà a VBZ di ampliare la rete filoviaria, senza sostanzialmente dover espandere gli impianti fissi e potenziare le sottostazioni, problema già preso in considerazione in relazione all’elevato numero di mezzi a trazione elettrica in esercizio ogni giorno a Zurigo.   

Un’innovativa gestione dell’energia, oltre all’impiego di materiali più leggeri e impianti di illuminazione a LED, consentirà di ottimizzare l’impiego dei numerosi servizi presenti a bordo (tra cui, naturalmente, climatizzazione e videosorveglianza); le batterie verranno ricaricate lentamente e progressivamente quando il mezzo sarà in presa sotto l’esistente bifilare, in modo da non dover disporre di ricariche flash, ed ulteriori richieste di energia,  sia in deposito che ai capilinea delle linee che verranno convertite da automobilistiche in filoviarie.

I nuovi filobus consentiranno quindi una diminuzione di consumo dell’energia e dell’impiego di gasolio e sostituiranno i veicoli diesel che verranno dismessi.
È prevista una lunga vita operativa dei filobus, la cui assistenza sarà garantita da Hess. Che presenta per l’occasione un nuovo design, ancora più moderno ed attraente,  e un nuovo layout interno, con ampie aree per passeggeri in piedi nelle porte 2,3 4, in modo da migliorare ancora la circolabilità all’interno del veicolo.

Ad Hess hanno dato fiducia anche TRN che ha in gestione i servizi di  Neuchatel e la Chaux de Fonds, con un ordine di 18 veicoli bicassa, ancora da consegnare, oltre a Losanna, San Gallo, Winterthur, Salisburgo, con decine di veicoli da 18 e 24 metri, consegnati o in corso di consegna. Senza dimenticare i 25 LighTram 25, da 24 metri, per Nancy, e la futura dotazione di Verona.

di Stefano Alfano

Articoli correlati

Sei nuovi filobus targati Van Hool per TUA Abruzzo

Sei Van Hool Exquicity per TUA Abruzzo. Sono stati presentati nella mattinata di venerdì 7 ottobre i nuovi mezzi in dotazione dell’operatore, che li utilizzerà sulla tratta filoviaria Pescara-Montesilvano. Si tratta di filobus da 18 metri di lunghezza e capienza massima di 134 passeggeri, dota...

Bus Rapid Transit: CTM attiva la nuova linea QEX a Cagliari

CTM non poteva festeggiare meglio i 70 anni di servizio filoviario a Cagliari, attivo dal 22 dicembre 1952, confermando ancora una volta la base della propria politica: attenzione all’ambiente, mobilità sostenibile, decongestionamento. Obiettivo: convincere un numero ancora maggiore di cittadini a u...

Lightram, iniziate le consegne dei filobus ad alta capacità a Winterthur

Winterthur, città svizzera di 111.800 abitanti, seconda come dimensioni  del Cantone di Zurigo, ha ricevuto il 30 agosto 2022 dalla carrozzeria Hess di Bellach il primo filobus tricassa, modello Lightram 25 di 24 metri di lunghezza. Il veicolo, nella sgargiante livrea bianco-rossa, è già nel deposit...