Due nuovi (mini)bus urbani, modello Volkswagen Crafter, per il transito nel centro storico poliziano di Montepulciano. Così la nuova flotta urbana della nota meta toscana è cucita su misura da Autolinee Toscane.

Si tratta di mezzi diesel Euro 6 che prevedono 8 sedute fisse più una reclinabile nella zona posteriore, lo spazio per il trasporto di una persona diversamente abile nella parte posteriore del mezzo e 26 posti in piedi. Per permettere la salita a bordo di persone disabili è presente nel vano interno posteriore una pedana manuale estraibile, di facile utilizzo.
Tra le tecnologie di bordo è previsto il sensore conta passeggeri; la predisposizione per la futura attivazione della tecnologia di tracciamento satellitare della flotta (Avm), quattro display luminosi per l’indicazione destinazione (frontale, laterale e posteriore esternamente e uno interno), obliteratrici di bordo di ultima generazione; telecamera di sicurezza posteriore per video a supporto dell’autista così da coadiuvarlo, in termini di sicurezza, nelle fasi di salita passeggeri e manovra. Sempre a bordo, oltre al climatizzatore, sono presenti altri dettagli, tra cui led luminosi sugli scalini di salita dalla porta anteriore e sugli scalini interni.

I due veicoli presentano 7 metri in lunghezza e 2 in larghezza, dimensioni leggermente più piccole rispetto agli standard previsti per questa categoria di mezzi, proprio per essere idonei al transito all’interno del centro storico di Montepulciano, con le sue vie strette, pendenze particolari e varchi di accesso tramite porte medievali come quelle di San Donato e Collazzi.

Montepulciano la nuova flotta urbana di Autolinee Toscane è fatta su misura

Ripensare il concetto di muoversi a bordo dei servizi di trasporto pubblico all’interno di uno dei centri storici più affascinanti della Toscana. Con questa sfida Autolinee Toscane ha inaugurato mercoledì 25 maggio 2022, in piazza Grande a Montepulciano, i due nuovi autobus urbani di piccole dimensioni che svolgeranno il servizio urbano nel cuore della città poliziana. Alla presentazione alle autorità cittadine e regionali sono intervenuti l’Amministratore delegato di Autolinee Toscane, Jean-Luc Laugaa. A fare gli onori di casa il Sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini, e l’assessore al Tpl comunale, Beniamino Barbi. Presenti anche le consigliere regionali Elena Rosignoli e Anna Paris.

I commenti di AT e istituzioni

“L’entrata in servizio dei nuovi mezzi per il servizio di trasporto pubblico urbano (per tutti, Pollicino) rappresenta un miglioramento complessivo della qualità della vita nel Centro storico di Montepulciano – ha detto il Sindaco di Montepulciano Michele Angiolini -. Ne apprezzeranno immediatamente gli effetti i residenti, i tantissimi turisti che scelgono come meta il nostro Comune e le attività che hanno sede in quest’area delicata e nevralgica. Mezzi più agili e più evoluti contribuiscono a snellire il traffico e a ridurre l’impatto della loro circolazione sull’ambiente. In questo senso l’Amministrazione Comunale ha appena apportato delle modifiche alla regolamentazione della Zona a Traffico Limitato, riducendo le possibilità di accesso per i fornitori. Quindi, in poco tempo, godremo di una maggiore vivibilità del Centro Storico. Ringrazio Autolinee Toscane – ha concluso Angiolini – per aver compreso le nostre esigenze e per aver messo in funzione i nuovi mezzi in questa fase ancora non cruciale della stagione turistica”.

“La nostra sfida è introdurre un concetto industriale in tutti i passaggi del trasporto pubblico toscano – ha spiegato l’Ad Jean-Luc Laugaa – ma in casi come questo di Montepulciano dobbiamo essere capaci di lavorare in modo artigianale, per garantire un trasporto come si deve attraverso mezzi cuciti su misura sulle esigenze particolari di uno dei centri storici di eccellenza della Toscana. Sono molto orgoglioso del lavoro che abbiamo sviluppato in piena sintonia con l’amministrazione comunale e con il nostro fornitore, varando un progetto per certi versi unico”.

“Questa presentazione si inserisce in un momento di cambiamento per il Tpl in Toscana: il processo di integrazione voluto dalla Regione Toscana in una logica di ottimizzazione a favore dei cittadini – ha dichiarato la consigliera regionale, Anna Paris -. Questo evento va proprio nella direzione di dare risposte concrete ai cittadini di Montepulciano, i quali potranno toccare con mano il cambiamento in atto sotto tanti punti di vista”.

“Questo è progetto appositamente tarato sulle esigenze particolari di Montepulciano, – ha aggiunto la consigliera Elena Rosignoli – attraverso mezzi in grado di accogliere sia le esigenze reali della cittadinanza residente che di quella turistica che, specie in questa stagione, è particolarmente presente su questo territorio. Il tutto attraverso mezzi sostenibili che garantiscono una risposta concreta e che possono, inoltre, dare una marcia più alla sfida che coinvolge Montepulciano e tutto il territorio della Valdichiana, ovvero quella per Capitale Italiana della Cultura 2025”.

“Fin dal suo insediamento questa Amministrazione ha individuato nella vetustà dei mezzi di trasporto pubblico in servizio nel Centro storico una criticità da risolvere – ha affermato Beniamino Barbi, assessore al Trasporto Pubblico Locale del Comune di Montepulciano -. Purtroppo, le vicende dell’assegnazione all’unico gestore del Tpl su gomma in Toscana hanno imposto un’attesa che, finalmente, con Autolinee Toscane, si è risolta. La società si è veramente impegnata per mettere a disposizione di Montepulciano mezzi personalizzati per la particolare conformazione del nostro Centro storico e per accelerare al massimo i tempi di allestimento e consegna dei nuovi veicoli. Di questo siamo grati ad Autolinee Toscane”.

Anche l’assessore regionale Stefano Baccelli ha voluto inviare una sua dichiarazione in merito alla presentazione odierna. “Oggi non solo si presentano nuovi mezzi – spiega l’assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli-, ma gli autobus avranno finalmente dimensioni consone ai centri storici. E questo è un passo avanti importante che potrebbe fare da volano per l’adozione di autobus più piccoli in tante altre aree della Toscana. Ricambio della flotta, mezzi meno inquinanti e più agili: la direzione imboccata è quella giusta. Il rinnovo del parco mezzi è uno dei punti di forza delle politiche regionali nell’ambito dei trasporti ed un impegno chiaro sottoscritto con il contratto di servizio. La sfida della Toscana, sia in ambito ferroviario che in ambito di trasporto pubblico locale, è proprio quella di rendere sempre più ‘ecologici’ i mezzi che devono essere allo stesso tempo più giovani, più confortevoli, più affidabili. Sarà un rinnovo declinato secondo le nuove tecnologie di alimentazione, dall’ibrido, all’elettrico, e ci auguriamo in prospettiva anche all’idrogeno. Su questo ci danno una mano anche le risorse del Pnrr da destinare alla transizione ecologica, in questo caso intesa come mobilità sostenibile”.

In primo piano

Quando il biglietto è intelligente è Pratic(k)o

Il gioco di parole è servito su un piatto d’argento. Un software in cloud per la gestione della bigliettazione digitale per il trasporto pubblico e privato: una soluzione pratica, o meglio, in un sola parola…Praticko. Stiamo parlando del progetto della software house e system integrator ...

Articoli correlati

Téléo, nasce a Tolosa la più estesa cabinovia urbana d’Europa

Scavalca una collina, oltrepassa la tangenziale e il fiume Garonna, collega l’università Paul-Sabatier all’istituto di ricerca Oncopole, attraverso il centro ospedaliero di Rangueil, il tutto trasportando ottomila viaggiatori al giorno. A percorrere lo stesso tratto di tre chilometri, un...
Tpl

Veneto, ecco Garda Link: treno più bus da Verona al Lago

Un unico biglietto, acquistabile dal portale di Trenitalia, consente di arrivare in treno alla stazione di Verona Porta Nuova e salire su uno degli autobus dell’azienda veronese Atv che ogni trenta minuti effettuano i collegamenti giornalieri con tutte le località turistiche della sponda orien...