zf

A distanza di un anno esatto dalla notizia dell’acquisizione, dopo aver ricevuto il via libera da parte delle autorità Antitrust, ZF ha annunciato di aver completato le operazioni di fusione con TRW Automotive – anche se un’integrazione completa delle attività richiederà circa due o tre anni. I vertici di ZF si sono detti più che soddisfatti dell’operazione che è avvenuta con una tempistica estremamente strategica che ha permesso all’azienda di ZF Friedrichshafe di godere a pieno delle attività di TRW Automotive e di essere pronta per cavalcare i prossimi megatrend del settore. Dall’acquisizione, ZF si è concentrata principalmente su tre attività principali: la digitalizzazione delle componenti meccaniche, la mobilità elettrica e la riduzione di incidenti ed emissioni. A soli sei mesi dalla fusione l’azienda ha presentato il primo prodotto creato a quattro mani, l’Advanced Urban Vehicle, un veicolo-prototipo per la mobilità urbana, mentre alla prossima edizione della IAA di Hannover sarà svelato il secondo Innovation Truck, frutto del lavoro congiunto di ZF e di TRW. L’operazione ha avuto risvolti positivi anche dal punto di vista contabile: le vendite del gruppo sono salite a 29,2 miliardi di euro e i profitti hanno toccato quota 2,9 miliardi, consentendo all’azienda di ridurre il proprio indebitamento e di guadagnare un miglioramento nel rating assegnato dall’agenzia Standard & Poor’s.

In primo piano

Mercedes eCitaro Fuel Cell, l’idrogeno per un’autonomia…alle Stelle

Il lancio ufficiale è arrivato alle porte dell’estate 2023, quando Daimler Buses scelse il palcoscenico del Summit UITP di Barcellona per la premiere mondiale del suo primo autobus a idrogeno, il Mercedes eCitaro Fuel Cell, in versione articolata da 18 metri. Si tratta di fatto di un’evoluzione dell...

Crossway Mild Hybrid NF: così Iveco Bus cavalca l’onda ibrida leggera

L’interurbano normal floor più diffuso in Europa non poteva non avvicinarsi a quella che qualcuno definisce ‘moda del momento’, cioè il mild hybrid. E lo fa in occasione degli ultimi aggiornamenti omologativi che riguardano il pacchetto Gsr2 nonché dell’interessante restyling frontale con tanto di n...

Articoli correlati

Volvo Buses firma una partnership con Optibus e Stoneridge

Optibus e Stoneridge sono stati scelti da Volvo Buses come nuovi partner nell’ambito dei servizi connessi e delle soluzioni digitali. L’obiettivo della casa svedese è, parole loro, «mettere a disposizione dei nostri clienti il software di gestione delle flotte di trasporto pubblico di Op...

Siemens, le soluzioni per l’e-mobility

Siemens Smart Infrastructure è stata tra i protagonisti dell’edizione 2024 di NME – Next Mobility Exhibition, a Milano, dall’8 al 10 maggio. Soluzioni personalizzate per l’elettrificazione, infrastrutture di ricarica adatte a tutte le esigenze e soluzioni software e IoT per ottimizzare la gest...

Adas revolution: la nuova suite di Daimler Buses

Il 7 luglio entrano in vigore le nuove norme di sicurezza Ue. Daimler Buses rilancia con una suite Adas aggiornata di tecnologie, a partire dalla sesta edizione dell’Aba. Li abbiamo provati tutti La drastica riduzione del numero e delle conseguenze degli incidenti stradali è un obiettivo dichiarato ...