In uno dei primi progetti pilota di questo genere in Nord America, Société de transport de Montréal (Stm) ha annunciato che testerà un sistema all’avanguardia che combina telecamere e schermi ad alta definizione per sostituire gli specchietti retrovisori dei suoi autobus.

A gennaio due autobus dotati dei sistemi inizieranno a servire i clienti per un periodo di prova di un anno. Il sistema dovrebbe favorire la sicurezza di tutti gli utenti della strada, contribuendo a ridurre gli angoli ciechi del veicolo, aumentando il campo visivo del conducente e migliorando la visibilità in condizioni difficili (luce solare intensa, gallerie, ecc.).

«Vorrei ringraziare i rappresentanti sindacali per il loro coinvolgimento», ha affermato Marie-Claude Leonard, direttore esecutivo delle operazioni di autobus e metropolitana di Stm. «Questo è un progetto promettente che impiega le menti innovative dei nostri team per trovare soluzioni a problemi molto reali, allineandosi con i principi Vision Zero della città di Montreal».

In primo piano

Articoli correlati

Masats presenta la nuova porta scorrevole compatta

Masats, azienda spagnola che produce porte pneumatiche ed elettriche, rampe e piattaforme di accesso per veicoli di trasporto passeggeri – dagli autobus ai coach, passando per i minibus e i veicoli ferroviari – ha lanciato la nuova porta scorrevole 028d Slim. La nuova sliding door è stat...

Spillmann timbra di creatività sei nuovi Citaro ibridi

L’azienda di autobus di Bietigheim Spillmann è molto creativa: la flotta Mercedes-Benz che serve la città di Bietigheim-Bissingen è un riflesso del concetto di marketing aziendale: ogni dei veicoli è unico, progettato con amore, ben equipaggiato e tutti con un proprio messaggio. Il 25 marzo qu...