General Motors e Microvast hanno avviato una collaborazione per sviluppare una speciale tecnologia di separazione per le batterie dei veicoli elettrici.

I separatori saranno poi prodotti in una nuova fabbrica negli Stati Uniti, che Microvast intende costruire. I separatori sono un componente importante per la sicurezza in una batteria perché separano, appunto, l’anodo e il catodo l’uno dall’altro, quindi se la pellicola è danneggiata, può verificarsi un cortocircuito all’interno della cella della batteria.

Secondo General Motors, la nuova tecnologia da sviluppare nell’ambito della cooperazione contribuirà a migliorare la sicurezza, la ricarica e la durata delle batterie.

Articoli correlati

Sono già 1.200 i veicoli monitorati da Iveco On

Era il 2018, quando per assicurare prestazioni ottimali e un’adeguata gestione dei tempi di operatività dei veicoli, Iveco Bus introdusse un sistema di servizi connessi di gestione della flotta denominati Intellibus. I nuovi servizi telematici Iveco On, più efficienti e comprensivi di Smart Pa...

ZF taglia il traguardo dei 2 milioni di motori elettrici prodotti

Numeri importanti. ZF ha raggiunto il traguardo di due milioni di motori elettrici prodotti. «Il nostro risultato di produzione è stato reso possibile da decisioni imprenditoriali a lungo termine e da uno spirito ingegneristico innovativo», ha dichiarato Stephan von Schuckmann, membro del Consiglio ...

MAN e-mobility: il ciclo ecologico delle batterie del Leone

L’economia circolare delle batterie di casa MAN. Sì, perché il costruttore di Monaco di Baviera sta lavorando alla strategia di post-utilizzo delle sue batterie, con l’obiettivo di allungarne la vita (nella prima fase) e di riciclare le materie prime contenute dai moduli. E così il Leone ha avviato ...