Si fanno intravedere, finalmente, i primi deboli segnali per una ripartenza del turismo. La luce in fondo al tunnel per questo settore, così tanto penalizzato dalla pandemia e da tutte le conseguenti restrizioni agli spostamenti. In questo primo periodo di ripartenza, si moltiplicano in particolar modo le proposte di vacanze in bus: una valida alternativa a treni, aerei e auto, grazie agli elevati standard igienici che i veicoli rispettano, ma soprattutto ai prezzi molto vantaggiosi.

In Italia sono diverse le compagnie di trasporti turistici e agenzie di viaggio che hanno già sviluppato proposte di vacanze in bus lungo la penisola, offrendo trasporti dalla città alle località marittime o implementando le tratte verso destinazioni di interesse culturale in vista dell’estate. Ecco quali!

Autolinee Varesine, vacanze in bus dalla Lombardia al mar Ligure e Adriatico

A partire dal 26 giugno, Autolinee Varesine ripropone le tratte verso località di mare per i turisti del varesotto e dell’altomilanese. La compagnia, in collaborazione con STIE, offre partenze da Varese verso le più note località balneari dell’Emilia Romagna e della Liguria. Nello specifico, le corse verso la riviera romagnola (Gabicce Mare, Milano Marittima, Cervia, Cesenatico, Bellaria, Rimini, Riccione, Misano e Cattolica) sono in funzione ogni venerdì e sabato dal 26 giugno al 5 settembre. L e partenze per la Riviera di Ponente (Varazze, Spotorno, Finale, Pietra Ligure, Loano, Borghetto, Alassio, Laigueglia, Diano Marina) saranno invece effettuate ogni sabato fino all’11 settembre. I biglietti, con orari e tariffe simili agli anni precedenti, sono già prenotabili e acquistabili sul sito www.busitalia.it e i servizi si svolgeranno nel pieno ed assoluto rispetto delle vigenti normative anti covid: capienza ridotta e regolare sanificazione dei mezzi.

Da Foligno a Civitanova: vacanze al mare in bus grazie all’iniziativa dei sindaci

L’iniziativa di vacanze in bus collegando l’entroterra umbro con il mare di Civitanova viene dal sindaco di quest’ultima, Fabrizio Ciarapica. Il progetto, per ora sperimentale, punta a unire ancora di più le due città, che dopo l’apertura della superstrada si sono legate considerevolmente, come testimonia la forte presenza di turisti umbri sul litorale. Da questa iniziativa potrebbe infatti prendere il via uno scambio anche nella direzione inversa: in estate turismo balneare, nelle altre stagioni tour culturali e gastronomici nel territorio umbro. Il progetto potrebbe poi ampliarsi e potenziarsi, includendo nel biglietto di viaggio anche convenzioni con le spiagge e con i ristoranti.

Il litorale di Civitanova

“Torino in bus”: il progetto delle agenzie di viaggio insieme alle compagnie di trasporti

L’unione fa la forza” è stato il motto alla base della nascita di questo progetto, che coinvolge ben 32 agenzie di viaggi, un tour operator (Stat Viaggi) e le due aziende di trasporto locali Bus Company e Cavourese. L’iniziativa, grazie alla collaborazione fra tutti i protagonisti, prevede la vendita di viaggi organizzati di uno o più giorni in Italia con trasporto in autobus. Tra le destinazioni  si contano l’Umbria, il Veneto, l’Isola di Ponza, le Dolomiti, Parma.
Ma l’offerta di vacanze in bus continuerà anche dopo l’estate, con proposte stagionali come i Mercatini di Natale e viaggi di Capodanno nelle Marche. Non mancheranno, inoltre, gite giornaliere come la Lavanda nelle vicine Langhe, la Valle d’Aosta, il Foliage nella Val Vigezzo e nel Biellese.
I tour potranno essere acquistati solo nelle agenzie aderenti al progetto, e parte del ricavato sarà devoluto all’Ospedale di Torino.
L’iniziativa, oltre a rilanciare il turismo di prossimità, si propone anche di tutelare il passeggero con tutte le accortezze: data l’incertezza del periodo, già al momento della prenotazione sarà inclusa nella quota l’assicurazione annullamento per tutti i viaggi di più giorni.

SalentoinBus, il servizio di trasporto pubblico estivo per il Salento

Dal 26 giugno al 5 settembre riparte anche l’iniziativa “SalentoinBus”, il servizio di trasporto pubblico estivo ideato e organizzato dalla Provincia di Lecce per residenti e turisti su tutto il territorio salentino. Si comporrà di 13 linee di collegamento tra il capoluogo e l’entroterra (anche nelle località minori) con le località costiere, integrate da altre 15 linee secondarie per raggiungere praticamente tutto il territorio salentino. Tutte le linee prevedono fermate di interscambio con le stazioni ferroviarie (Lecce) e aeroporti (Bari e Brindisi), per consentire anche ai turisti che arrivano da altre regioni di spostarsi comodamente con i mezzi pubblici.

FlixBus e Itabus: nuove tratte, nuovi servizi a lunga percorrenza

Dopo FlixBus, che dal 6 maggio ha implementato il servizio inaugurando nuove tratte in Italia e all’estero, arriva anche il nuovo operatore su gomma Itabus. Il progetto, tutto italiano, propone destinazioni in Italia da nord a sud, con un’offerta altamente intermodale e fermate posizionate nelle vicinanze di stazioni e aeroporti. Il servizio garantirà trasporti su autobus ad altissimo comfort, con seduta spaziosa, aree panoramiche, prese elettriche e USB e connessione a banda ultralarga, e persino distributori automatici di snack. Il progetto punta soprattutto sui prezzi estremamente vantaggiosi (1.99 euro per la tratta Roma-Napoli, 4.90 per Firenze-Roma), con biglietti acquistabili tramite il sito itabus.it, l’app, i comparatori online e presto anche rivenditori fisici (tabaccherie e biglietterie). 

Vacanze in bus, in tutta sicurezza

Ovviamente, dato l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblico, sarà importantissimo il tema della sicurezza, al centro dell’impegno di tutte le compagnie, che garantiranno il rispetto di tutte le normative sanitarie in vigore. L’ingresso sui pullman, ad esempio, viene effettuato soltanto dall’entrata posteriore e previa misurazione della temperatura; la capienza è limitata al 50% con distanziamento fra i posti a sedere. I veicoli vengono sanificati al termine di ogni corsa e avviene un costante ricambio di aria grazie ai sistemi di filtrazione. Dall’altra parte, ai passeggeri viene richiesto di mantenere un comportamento appropriato e rispettoso per la salute di tutti, indossando correttamente le mascherine e igienizzando le mani al momento della salita. Insomma, le vacanze in bus sono possibili in tutta sicurezza, e grazie ai costi contenuti e al comfort del viaggio possono essere davvero l’alternativa sostenibile per la ripartenza del turismo in Italia.

Leave a Reply