In queste settimane caotiche di DPCM, divieti e limitazioni, con regioni che cambiano il proprio livello di emergenza da gialle a rosse in pochi giorni, può accadere anche di dover improvvisamente annullare o rimandare una prenotazione di viaggio per via della situazione instabile.

Che si tratti di una stanza di albergo, di un viaggio in treno, aereo o bus, potrebbe insomma essere rischioso prenotare, poiché ci si potrebbe ritrovare a dover modificare la data, in attesa di tempi migliori per spostarsi.

Già, ma come fare? Come si può, ad esempio, cambiare la data dell’autobus a lunga percorrenza prenotato per il proprio viaggio? La modifica comporta dei costi?

Cambiare la data dell’autobus gratuitamente con Miccolis

La compagnia di trasporti Autolinee Miccolis, consapevole delle incertezze di questo periodo difficile e confusionario, soprattutto nel mondo del turismo, ha deciso di venire incontro ai propri clienti.

L’azienda, infatti, ha comunicato di aver reso disponibile la modifica della data del viaggio in modo totalmente gratuito, fino al 31 dicembre 2020. In caso di cambio programma o in seguito a nuove disposizioni ministeriali volte a contrastare la diffusione del coronavirus, i clienti potranno dunque modificare la propria prenotazione senza alcun costo aggiuntivo.

La variazione sarà consentita una sola volta, e potrà essere effettuata entro e non oltre 48 ore dalla partenza, salvo disponibilità di posti a sedere.

Puoi prenotare o modificare il tuo biglietto a questo link.

cambiare data autobusAutolinee Miccolis, una lunga storia nel mondo dei trasporti

La storia di Bus Miccolis risale al 1929, quando ancora si trattava di un’impresa di trasporti a cavallo. L’attività di Stefano Miccolis trasforma l’azienda, che diventa così una compagnia di trasporti con trazione a motore.

Il fondatore, nato a fine Ottocento, muore in un incidente stradale proprio mentre era alla guida di uno dei suoi autocarri. Gli succede alla direzione il figlio Vito, che prosegue l’attività paterna con grande impegno e dedizione; sarà proprio Vito Miccolis ad avviare, negli anni Cinquanta, il trasporto di persone e merci. Il figlio Stefano farà poi crescere l’azienda, partita con un solo autobus adibito a noleggio da rimessa, fino a renderla ciò che è oggi: un punto di riferimento per il trasporto pubblico locale e nazionale, affidabile e attento alle esigenze della sua clientela, come dimostra l’iniziativa avviata in un momento storico così difficile per viaggiatori e imprese.

Leave a Reply