Porte aperte Atm 2019: mette in mostra l’elettrico di ieri, oggi e domani

Porte aperte Atm. Si è svolto Sabato 19 e domenica 20 Ottobre presso il deposito autobus di San Donato Milanese, il “porte aperte”, l’ormai consueto appuntamento con cui Atm invita i milanesi a scoprire il “Backstage” che permette il funzionamento del complesso sistema di mezzi pubblici della città. Nel ruolo di ospitali “padroni di casa” presenti numerosi dipendenti di Atm che con grande competenza e grande disponibilità hanno fornito al numeroso pubblico spiegazioni su quanto allestito in mostra.

La cerimonia di inaugurazione è terminata proprio con il presidente di Atm Luca Bianchi che ha chiamato ad uno ad uno per nome una delegazione di circa venti dipendenti sul palco in rappresentanza di tutte le maestranze dell’azienda e delle varie aree professionali. Presente alla cerimonia anche l’assessore alla mobilità e ai lavori pubblici del comune di Milano Marco Granelli che dal palco ha rivolto un saluto anche al suo predecessore Pierfrancesco Maran anch’egli presente in una sorta di logica di continuità delle politiche sul trasporto pubblico, che per essere ottimali devono essere appunto di medio-lungo periodo.

Porte aperte Atm

Atm, verso il Full Electric

E Milano ha fissato una deadline al 2030 per l’ambizioso piano Atm Full Electric che prevede la conversione dell’intero parco mezzi di superficie circolante con l’abbandono dei motori endotermici e della trazione a gasolio.

E in questo processo di cambiamento la città di Milano e Atm partono avvantaggiate grazie al fatto di aver saputo mantenere le oggi preziose reti filoviarie e tramviarie che altre città negli anni della motorizzazione di massa avevano invece abbandonate.

A testimonianza di questo importante heritage era esposta la vera “star” del porte aperte ossia il Filobus, Fiat 2472/CGE carrozzeria Viberti del 1958, per tutti il “Viberti” che per decenni ha trasportato i milanesi lungo la circonvallazione filoviaria della 90-91.

In una sorta di “Staffetta generazionale” presente anche un filosnodato da 18 metri Solaris Trollino, già in livrea Atm che a breve entrerà in servizio sulla rete filoviaria cittadina.

Della casa polacca era in mostra anche un Urbino Electric generalmente impegnati sulla linea 84 (San Donato-Largo Augusto) o 45 (San Donato-Lambrate FS).
Per quanto riguarda i 18 metri è stato esposto anche un Iveco Urbanway Ibrido.

Porte aperte Atm 2019. Spazio ai mezzi storici

Tra i mezzi storici presenti, esposti grazie alla collaborazione del gruppo storico Atm, un Fiat 411 degli anni sessanta (numero sociale 2563) e un Lancia Esagamma (matricola 5011) del decennio successivo, unica vettura presente con la livrea “Arancio ministeriale”.

Tra i visitatori accorsi numerosi (alcune persone erano già ordinatamente in fila Sabato prima dell’orario ufficiale di apertura), parecchie erano le famiglie con bambini.

Era inoltre possibile prenotare un piccolo giro del deposito a bordo di un autobus elettrico o ibrido alla scoperta dell’avvenieristica stazione di rifornimento e produzione dell’idrogeno e dell’impianto di lavaggio autobus. All’interno della moderna officina con postazioni di lavoro all’avanguardia (il deposito automobilistico di San Donato, adiacente a quello della mm3 è stato inaugurato nel 2011 sostituendo lo storico deposito Salmini ormai troppo centrale) era inoltre possibile vedere installazioni dimostrative per spiegare il funzionamento di complessi sistemi alla base del sistema di trasporti milanese e della relativa infomobility.

Tra questi una riproduzione di un simulacro di una postazione della sala operativa che con il sistema AVM ha la possibilità della geolocalizzazione in tempo reale degli autobus sul loro percorso con relativo scambio di informazioni in tempo reale. Esposto anche un modello del sistema che gestisce i varchi di accesso di Area C-Area B, così come era anche possibile vedere da vicino il funzionamento del sistema di infomobilità delle paline elettroniche delle fermate.

di Riccardo Esposito

 

2019-11-06T14:48:37+00:0025 Ottobre 2019|Categorie: BLOG, Uncategorized|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio