Iveco all’Ibe. Parola d’ordine: sostenibilità

A Rimini quest’anno l’IBE (International Bus Expo) porta in vetrina temi di grande attualità, che ruotano attorno ad ambiente, sicurezza e ICT, mobilità e disabilità, con un focus sulle tecnologie alternative a emissioni zero, nonché sull’innovazione in tutte le sue forme.

Iveco all'Ibe

Iveco, la gamma ad Ibe

IVECO BUS espone in quest’occasione una gamma di mezzi che costituiscono la naturale e la più efficace risposta alle necessità veicolate dal Salone. I principali valori di IVECO BUS – mobilità sostenibile, eccellenza tecnologica, ridotti costi d’Esercizio (TCO) – sono qui ben rappresentati, attraverso veicoli che mirano a fare la differenza in termini di qualità, comfort, design e redditività del business.

Sullo stand, che si sviluppa su di una superficie di 1.000 mq, il costruttore ha scelto di esporre l’intera gamma dei suoi autobus: un Crossway LE NP, nella versione Natural Power, che coniuga prestazioni e alta affidabilità con una sostenibilità che si traduce sia nel rispetto dell’ambiente sia in un Costo Totale d’Esercizio interessante; un Magelys, già International Coach of the Year (2016), che si affida alle elevate performance del motore Cursor 9 da 400 CVe del cambio ZF Traxon, e a un design elegante e dinamico, senza rinunciare all’efficienza; un Daily Hi Matic Tourys +, equipaggiato con sedili Kiel Avance in pelle, cinture di sicurezza a tre punti su tutti i sedili, illuminazione LED nel corridoio, sistema multimediale, rallentatore Telma, per un’esperienza di comfort assoluto e di stile, pari a un veicolo gran turismo; un Heuliez GX electric da 12 mt, l’autobus 100% elettrico a zero emissioni, che sviluppa all’estremo il concetto di mobilità sostenibile, per transitare in modo ecologico e silenzioso anche nei centri sottoposti alle più restrittive norme antinquinamento, già scelto da città come Parigi o Trondheim (in Norvegia) per la gestione del trasporto persone. Caratterizzati da una power unit elettrica in grado di sviluppare fino 195 kW e alimentata da un circuito di otto pacchi batteria integrati sul tetto e sul vano posteriore, assicurano l’autonomia necessaria per un’intera giornata di lavoro.

Lo spazio esterno della Fiera, naturale estensione dell’evento ospitato nei quattro padiglioni della Fiera, offrirà ai visitatori l’occasione di visionare per la prima volta in Italia il Crossway Natural Power, il veicolo appena presentato in anteprima mondiale all’Autocar Expo di Lione, in Francia, che completa l’offerta di IVECO BUS in termini di gas naturale. L’area è inoltre il contesto ideale per alcune attività di carattere pratico e sarà animata da una serie di test drive, che il brand ha organizzato per dare la possibilità, a quanti interessati, di mettere alla prova concretamente il carattere e la natura di Evadys, Magelys, Crossway a tre assi e Daily LINE NP.

Iveco Bus sponsor del Bus Driver of the Year

In questo ambito la partecipazione di IVECO BUS assume un ulteriore valore aggiunto: il brand infatti è anche principale sponsor del contest ”Bus Driver of the Year”, organizzato dalla rivista AUTOBUS; tra i 40 autisti iscritti ai test di guida, il vincitore sarà premiato sullo stand con un corso presso il Centro Internazionale Guida Sicura, la scuola creata da Andrea De Adamich, un uomo di corse che ha scelto di mettere a disposizione le sue competenze per formare conducenti e autisti più preparati ad affrontare gli imprevisti della strada e gestire la guida di un veicolo nella massima sicurezza, per sé e per gli altri.

Un’area per le mobility solutions

Nell’area destinata alle mobility solution sarà possibile provare la tecnologia Hololens, “occhiali intelligenti” 3D, collegati tramite skype al backoffice, da cui l’operatore che deve intervenire su una criticità, può ricevere – e visualizzare in una finestra laterale del dispositivo – suggerimenti, documenti, schemi, video e istruzioni relativi all’intervento da effettuare e, di conseguenza, operare con le mani libere, senza dover utilizzare il telefono cellulare e senza dover tornare davanti al pc. I numerosi benefici di questa tecnologia includono la possibilità di mantenere un più alto livello di concentrazione a tutto vantaggio dell’efficienza e di effettuare interventi più precisi e veloci. Sullo stand sarà inoltre possibile utilizzare un configuratore per personalizzare i veicoli e visualizzarne su uno schermo tutte le possibili versioni, scegliendo dotazioni ed equipaggiamenti, con il supporto di personale dedicato.

2018-11-23T14:32:36+00:0024 Ottobre 2018|Categorie: TPL|Tag: , |