A Misano si gira in autobus

18 autobus in test drive, una scaletta di convegni sui principali trend nel settore, un’area dedicata alle prove di guida efficiente. Una bella festa dell’autobus è andata in scena nella due giorni di Ibe Driving Experience, il nuovo format lanciato dalla fiera di Rimini a Misano. Con un’affluenza che non ha deluso e nella tarda mattinata di oggi ha fatto segnare un discreto affollamento nell’area test drive.

ibe driving experience

Ibe Driving Experience, i test in pista

Martedì, giorno di apertura dell’Ibe Driving Experience, Anav ha posto l’accento sulle alimentazione per veicoli da tpl presentando uno studio dedicato.

La rivista AUTOBUS ha promosso un convegno sul tema della sicurezza raccogliendo la panoramica di Aci e la voce dell’industria. Mercoledì, la conferenza promossa da Anav sul cronotachigrafo intelligente ha impreziosito una giornata focalizzata sulle prove in pista.

Nel contempo, i guidatori professionali sono stati impegnati nelle prove di handling su un percorso costruito ad-hoc nell’Area Dinamica Paddock per testare il livello di manovrabilità, visibilità e comfort offerta dagli autobus messi a disposizione dai costruttori.

Ibe Driving Experience, l’impronta esperienziale

Fuori dalla pit lane, il rettilineo. Subito la Variante del Parco, prima della Rio, l’Arena e il Tramonto. Tratto finale col Curvone, il Carro, la Misano per poi rientrare verso la fila dei box. È il World Circuit Marco Simoncelli di Misano Adriatico, ma come non si è mai visto prima, con gli autobus a percorrere uno degli asfalti più celebri al mondo.

Spazio anche ai convegni

Per quanto concerne i convegni, il Salone Marco Simoncelli, riservato agli incontri, si è presentato ancora una volta gremito anche nella mattinata di oggi, quando l’appuntamento “La disciplina sociale della nuova era del tachigrafo digitale: scenari europei e applicazione delle norme”, introdotto dal presidente ANAV Giuseppe Vinella con la partecipazione di Unioncamere, Continental e Polizia Stradale, ha offerto un focus approfondito sullo stato dell’arte della disciplina sociale relativa all’applicazione del reg. 561/2006 e gli aspetti sanzionatori che impattano in particolar modo sulla responsabilità delle imprese di trasporto, nonché sulla necessità di formare gli operatori sull’utilizzo delle tecnologie introdotte dalla normativa.

L’approfondimento rappresenta la seconda sessione di IBE Conference dopo “L’impatto delle alimentazioni alternative sulle emissioni inquinanti nel rinnovo del parco autobus del TPL”, incontro avvenuto nel pomeriggio di ieri nel quale si è presentata l’analisi – commissionata da ANAV alla società PTV-Sistema in collaborazione con l’Università Sapienza – che ha messo in luce i benefici ambientali derivanti dal passaggio graduale, rispetto a quello in blocco, a parchi autobus ad alimentazioni alternative, sottolineando il contributo decisivo nella riduzione delle emissioni che può apportare l’utilizzo equilibrato dei sistemi tradizionali di ultima generazione.

2019-10-10T12:40:36+00:008 Ottobre 2019|Categorie: AUTOBUS NEWS|

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio