Uitp e Busworld: le due traiettorie si incontreranno il 23 e 24 ottobre sulla passerella di Courtrai. Per la prima volta, la conferenza biennale promossa dall’Uitp si terrà sul palco della più prestigiosa fiera del settore bus & coach. Il tema “Integrate + connect” sarà lo spunto della due giorni (a cui si aggiungerà una giornata dedicata al progetto ZeEUS). Si discuterà di un ampio ventaglio di argomenti legati al futuro del settore: autobus autonomi, gestione di ampie flotte di autobus elettrici, efficienza dei costi, digitalizzazione, il ruolo della new mobility nel più ampio perimetro del tpl.

conferenza uitp busworld

Conferenza Uitp, lo sguardo sul futuro

Scopo della conferenza promossa dall’Uitp, per l’occasione appunto in collaborazione col Busworld, è di fornire un quadro esauriente di quanto sta avvenendo nel settore dell’autobus, contribuendo a divulgare e mettere in rete le pratiche virtuose messe in campo dagli operatori. Del resto, ricorda l’Uitp, gli autobus si fanno carico dell’80 per cento del trasporto pubblico su scala mondiale, e la corsa alla decarbonizzazione attraverso lo sviluppo di autobus elettrici e ibridi offre un’opportunità da non perdere per donare brillantezza all’immagine di un mezzo di trasporto frequentemente dipinto come lento, inquinante, scomodo, obsolete.

Per l’Italia presenzia Bottazzi di Tper

La giornata d’apertura dei lavori, lunedì 23 ottobre, prevederà in mattinata una discussione in plenaria sulle varie esperienze di sistemi integrati di autobus elettrici. Nel pomeriggio, tra le tematiche affrontate vi sarà la diffusione degli autobus elettrici in Cina. Il giorno successivo si parlerà di autobus autonomi e, nel pomeriggio, è previsto un focus sulle Brt. Tra gli speaker della conferenza figurano il presidente della divisione bus dell’Uitp Thierry Wagenknecht, il direttore manutenzione mezzi di Tper Andrea Bottazzi (qui intervistato da Autobus), il direttore di Transdev in ambito di flotte d’autobus Marc Vanhoutte, il direttore responsabile dei trasporti di superficie per Transport of London Leon Daniels.

Progetto ZeEus, osservatorio per gli autobus elettrici

Infine, i lavori della giornata del 25 ottobre (Uitp Research & Innovation Day) ruoteranno attorno alla presentazione dei risultati del progetto ZeEUS (acronimo per Zero Emission Urban Bus System). Si tratta del principale progetto europeo incentrato sulla mobilità attraverso autobus elettrici, che consente all’Uitp di accreditarsi come osservatorio privilegiato per il fenomeno della diffusione degli autobus elettrici nelle cerchie urbane. A inizio anno proprio l’organizzazione ha diramato i dati del rapporto ZeEUSeBus Report, ricco di considerazioni sul futuro (luminoso!) della mobilità collettiva elettrica. Inaugurato nel 2013, il progetto vede l’Uitp nel ruolo di capofila di un consorzio di quaranta partner, in una comunione d’intenti mirata a sensibilizzare l’utilizzo dell’autobus elettrico come protagonista dei sistemi di mobilità pubblica, oltre che ad analizzare le modalità di integrazione degli ebus nel contesto urbano in termini di costi e di impatto ambientale.

QUI il programma completo.